energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Comunali Arezzo: avanza la linea giovane dei Popolari Dibattito politico

Arezzo – Avanza la linea giovane dei Popolari per Arezzo. Le ultime elezioni amministrative hanno regalato un doppio, importante, risultato che permette ai Popolari per Arezzo di mantenere il proprio gruppo in consiglio comunale e, soprattutto, di essere rappresentati da un giovane.

Il 3,52%, infatti, è una percentuale significativa considerando che nella lista non c’era nemmeno un candidato con precedenti esperienze amministrative perché l’ultimo consigliere comunale, Luigi Scatizzi, aveva scelto di farsi da parte per lasciare spazio ad un gruppo completamente rinnovato. Consapevoli della mancanza di un nome di punta, i Popolari per Arezzo hanno optato per una campagna elettorale nelle piazze e tra le famiglie di tutto il territorio comunale, riuscendo, alla fine, a confermare la propria presenza a palazzo Cavallo.

«Come Popolari per Arezzo – spiega Scatizzi, – siamo partiti da zero. Senza un partito alle spalle e senza esponenti di spicco, la cittadinanza ha riconosciuto il nostro impegno degli ultimi anni e ha apprezzato la nostra componente valoriale cattolica, premiandoci con 1.281 preferenze che confermano la nostra presenza tra i gruppi del consiglio comunale».

Le maggiori soddisfazioni sono però arrivate dalla ripartizione delle stesse preferenze perché i tre candidati più votati sono tre giovanissimi nati tra il 1988 e il 1989, cioè nell’ordine Giovanni Grasso, Andrea Gallorini e Massimo Soletti. Rispettivamente vicepresidente e presidente dei Popolari per Arezzo, Grasso e Gallorini sono i fondatori di questa associazione politico-culturale e nell’ultimo quadriennio hanno affiancato Scatizzi nel suo percorso amministrativo, supportandolo in gran parte della sua attività consiliare. Soletti rappresenta invece la novità di questa campagna elettorale perché, alla sua prima esperienza politica, ha sfiorato la soglia dei 100 voti.

«Volevamo cambiare passo e lasciare spazio ai giovani – chiude Scatizzi, – dunque siamo felici di aver raggiunto l’obiettivo e di poter così portare nuovo entusiasmo e nuove idee in consiglio comunale».

L’impegno elettorale dei Popolari per Arezzo non termina qui, ma continuerà in vista del ballottaggio previsto tra due settimane, con un rinnovato supporto alla coalizione capeggiata da Matteo Bracciali. L’obiettivo è infatti quello di concludere questo ringiovanimento della politica aretina facendo confluire i propri voti verso il candidato di centro-sinistra.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »