energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Con il biglietto del treno Italo viaggi gratis sulle linee Ataf Cronaca

Scendi dal treno e con lo stesso biglietto ti muovi gratis per tutto il giorno sui mezzi pubblici della città. Succede a Firenze, grazie all’accordo tra Ataf e la neo compagnia di treni veloci Ntv. E’ il primo accordo di questo tipo in Italia, e consentirà ai viaggiatori in arrivo o partenza da Firenze, titolari di titolo di viaggio su uno dei treni veloci Italo, di muoversi senza costi aggiuntivi su tutti i mezzi pubblici della rete urbana ed extraurbana, autobus o tramvia (60 linee che coprono ben 9 comuni), nell’arco di 24 ore (prima del viaggio se in partenza da Firenze, 24 ore dopo se si è scesi a Firenze). Basterà esibire il biglietto e il documento d’identità. Un’operazione a costo zero per Ataf. Non per Ntv, che però non rende noti i termini economici dell’accordo. Si sa che un biglietto giornaliero costa 5 euro e che, secondo le previsioni di Ntv, il 30-40% dei 6 mila clienti al giorno stimati in transito per Firenze usufruiranno dei mezzi Ataf. Calcolatrice alla mano, si può ipotizzare da parte di Ntv un investimento di oltre 4 milioni di euro per la durata annuale dell’accordo. Ataf farà la sua parte, vendendo i  biglietti ferroviari di Italo presso le sue principali agenzie in  Firenze e zone limitrofe, compresa la postazione in stazione. In più, grazie all’intesa con Firenze Parcheggi, i clienti di Ntv potranno usufruire a tariffe agevolate (circa 20 euro la giornaliera) del parcheggio di Montelungo, a pochi metri dalla stazione, prenotabile anche on line. Il pacchetto è stato presentato in mattinata a Palazzo Vecchio dal presidente di Ataf Filippo Bonaccorsi e dall’Ad di Ntv Giuseppe Sciarrone, insieme al sindaco Matteo Renzi. «L’apertura alla concorrenza nel settore del trasporto su ferro è una grande opportunità per la nostra città – ha detto Renzi – Primi in Italia, Ntv e Firenze decidono di creare un sistema integrato tra alta velocità e trasporto urbano. In un Paese normale l’investimento sul trasporto pubblico urbano o su rotaia dev’essere una priorità, non un settore su cui tagliare». «E’ la prima vera integrazione in Italia tra trasporto urbano e trasporto su ferro – ha commentato Bonaccorsi – Dopo 2 anni di gestione abbiamo raggiunto uno dei nostri traguardi. Se Trenitalia ci proponesse un accordo simile? Noi siamo pronti». «Un accordo ci piacerebbe ripetere – ha spiegato Sciarrone  – Vogliamo offrire un servizio al territorio, non siamo in concorrenza con il mercato dell’aereo. I nostri treni sono i più moderni sul mercato, offrono confort, sicurezza e minimo impatto ambientale. Tutti sono dotati di wi-fi e di tv, per la prima volta al mondo, grazie a un collegamento satellitare».
Italo debutterà tra circa un mese (la data precisa sarà ufficializzata nei prossimi giorni). L’entrata in scena della concorrente di Trenitalia avrà una portata significativa per Firenze, che sarà collegata con un treno ogni ora sia verso Roma che verso Milano e con un treno ogni  2 ore della linea Roma-Venezia in entrambe le direzioni. Si attende la presentazione della tabella di orari, ma si sa già che il servizio coprirà la fascia oraria diurna 6-20.  Per il momento non sono previste fermate nelle altre stazioni della città. «Santa Maria Novella è la stazione principale della città e lì noi vogliamo essere – ha detto Sciarrone – I tour operator stranieri ci hanno detto chiaramente che non ci avrebbero preso in considerazione altrimenti. Presentando le nostre linee veloci in giro per il mondo ci siamo resi conto che all’estero Firenze è identificata con Santa Maria Novella. Se poi ci sarà il passante sotterraneo si vedrà, ma questa è una scelta della città». L’amministratore delegato di Ntv ha poi ridimensionato le perplessità di chi teme che l’ingresso di tanti nuovi treni possa creare disagi al trasporto regionale. «La responsabilità del traffico sui binari è del soggetto gestore RFI (Rete Ferrovie Italiane). Noi abbiamo presentato la nostra tabella oraria 4 anni fa. RFI sa fare il suo mestiere, se poi ci dovessero essere dei problemi non sono certo imputabili a noi».
Dopo Milano Porta Garibaldi e Napoli Centrale, la settimana prossima sarà inaugurata anche alla stazione di Firenze “Casa Italo”, la sala d’accoglienza dove sarà possibile richiedere informazioni, sporgere reclami o aspettare il treno destinata ai clienti Ntv «tutti, senza distinzione tra chi possiede abbonamenti o carte speciali o biglietti in prima o seconda classe» ha precisato l’ing. Sciarrone, con evidente riferimento alle polemiche che hanno investito Trenitalia per la decisone di riservare le lussuose sale d’aspetto esclusivamente ai titolari di Carta Freccia, a scapito delle sale d’aspetto “normali”.
Sono 32 per il momento le figure professionali reclutate per la stazione di Firenze dalla Ntv. «Si tratta di 4 Station Manager, 4 Station Specialist e 24 tra Hostess e Steward con borsa di studio, che per adesso stanno frequentano il  corso e verranno assunti al termine della formazione – fanno sapere dalla Compagnia – Mancano ancora 6 figure di Hostess, che stiamo cercando,  da inserire a Settembre».
Entro dieci giorni saranno annunciate le tariffe, su cui c’è ancora mistero. Si sa che i prezzi saranno diversificati a seconda del giorno della settimana e dell’orario, modulati in basse alla classe di viaggio (prima, seconda o Smart) e ai servizi personalizzati (in prima classe il salotto riservato per riunioni di lavoro e nella Smart la sala cinema con la proiezione anche di prime visioni o anteprime cinematografiche). «La nostra politica di prezzo è basata sull’idea che Italo dev’essere un treno per tutti –  ha concluso l’Ad di Ntv –  quindi ci saranno tariffe per tutte le tasche e tutte le tipologie di viaggiatori, dallo studente al manager».
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »