energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Concerto di Madonna, marcia indietro sugli ambulanti Cronaca

Confermato il divieto di vendita di alcolici, anche per asporto, in occasione del concerto di Madonna che si terrà sabato 16 giugno allo stadio Franchi di Firenze. In più, solo all’interno dello stadio, sarà vietata anche la somministrazione di alcol e bevande in vetro e lattina, per cui si potrà bere solo in bicchieri di plastica. Lo ha deciso il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Luigi Varratta, che si è riunito stamani a palazzo Medici Riccardi. All’incontro hanno partecipato il questore Giuseppe Zonno, i comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Emanuele Saltalamacchia e Gaetano Mastropierro, il vice sindaco Dario Nardella e il comandante della polizia Municipale Antonella Manzione.

E’ stato fatto il punto della situazione, alla luce anche delle problematiche emerse al concerto di Bruce Springsteen di domenica scorsa, evento che si è svolto serenamente, senza problemi di ordine pubblico. Le sole criticità segnalate hanno riguardato il consumo di bevande all’interno dello stadio e il divieto di commercio ambulante in prossimità dell’impianto sportivo.

Per questo oggi il Comitato ha stabilito, d’intesa con il Comune, di confermare le misure dell’ordinanza antialcol adottata la scorsa settimana per lo spettacolo del cantante americano: dalle ore 12 di sabato 16 giugno divieto di vendita, anche per asporto, di alcolici di qualunque gradazione e di ogni altra bevanda in contenitori di vetro e lattine nella zona dello stadio. All’interno dell’impianto sportivo la somministrazione sarà effettuata solo in bicchieri di plastica.

E’ stato poi deciso di consentire la presenza, nell’area adiacente alla struttura sportiva, dei venditori ambulanti autorizzati. Gli uffici comunali stanno definendo la collocazione. “Abbiamo cercato di assecondare gli interessi di tutti – ha detto il prefetto Luigi Varratta al termine della riunione – tenendo conto delle esigenze di ordine e sicurezza pubblica, di viabilità e anche quelle degli ambulanti di non vedersi penalizzata l’attività da questi eventi”

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »