energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Concordia, oggi decisioni cruciali: dispersi, travaso carburante e destino relitto Cronaca

Raccolti i pareri del Comitato scientifico, il commissario per l'emergenza Gabrielli comunicherà nel pomeriggio le scelte cruciali che non possono più attendere. Se vi sono le condizioni per proseguire la ricerca dei dispersi, quando sarà dato il via all'estrazione delle circa 2400 tonnellate di carburante stivato nei serbatoi della Concordia, per le quali è tutto già stato predisposto, e cosa si farà del relitto della nave adagiata e in parte sommersa a Punta Gabbianara. Queste le decisioni da prendere urgentemente che arriveranno nel pomeriggio. Intanto sul fronte dell'inchiesta sono Al vaglio dei magistrati le testimonianze degli ufficiali in servizio sulla Concordia la sera del naufragio. Per tutta la notte sono proseguite le ricerche dei circa 20 dispersi nella parte non sommersa della Concordia, condotte dal Saf, il nucleo speleo-alpino-fluviale dei Vigili del fuoco. Sul numero dei dispersi occorre dire "circa" 20 a causa della possibilità che il 13 gennaio si trovassero a bordo della nave altre persone non registrate tra i passeggeri, come accertato per la prima volte in seguito all'identificazione nei giorni scorsi di uno dei corpi rinvenuti a bordo della Concordia (notizia collegata 22 gennaio). Stamattina sono state fatte brillare 9 microcariche per aprire varchi di penetrazione per ispezionare più agevolmente le aree della nave  tra il ponte 4 e il ponte 5 della Concordia, dove si trovano la zona ristorante e l'accesso del ponte scialuppe dove potrebbero trovarsi altri dispersi.
Il tempo è ancora buono e con la luce del giorno sono riprese anche le ricerche sotto'acqua, sempre più rischiose però per l'incolumità dei sommozzatori. Ieri infatti una fonte interna alla struttura operativa dell'emergenza ha riferito all'agenzia di stampa Reuters che "non è pensabile spingere le ricerche dei corpi nella parte sommersa della nave oltre la giornata di oggi, perché diventa sempre più rischioso per il personale impegnato".
"Nella notte la nave non si è mossa, quindi le ricerche sono proseguite – ha fatto sapere il portavoce della Portezione civile – . Con la luce riprendono anche le attività dei sommozzatori dei Vigili del fuoco nella parte sommersa". Se e per quanto proseguire le ricerche dei dispersi è infatti una delle decisioni cruciali attese oggi, probabilmente nel pomeriggio. Insieme ad altre due: b) quando far partire lo svuotamento dei serbatoi di carburante della Concordia per scongiurare il disatro ecologico nel mare Tirreno, c) cosa fare del relitto adagiato sugli scogli e in parte sommerso.
Il commissario per l'emergenza Franco Gabrielli raccoglierà infatti questa mattina i pareri che il Comitato tecnico-scientifico ha elaborato ieri sulle tre questioni per poi incontrare alle 13 a Grosseto il procuratore Francesco Verusio. Alle 15 Gabrielli rientrerà al Giglio per il briefing giornaliero con la stampa.

Ecoscandaglio marino con Galatea
Sta arrivando all'Isola del Giglio "Galatea", la nave oceanografica della Marina militare in uso all'Istituto idrografico della Marina, che getterà l'ancora tra il porto del Giglio e le "Scole" (scogliera dove la Concordia ha urtato).Dotata di un particolare ecoscandaglio potrà leggere il fondo del mare a sude del relitto della Concordia, alla ricerca di dispersi e materiali. Non si può escludere che nell'ultima fase del naufragio, persone siano cadute in mare e, se pur indossando il salvagente, siano affogate e poi trascinate dalla corrente e/o rimaste impigliate negli scogli.

23 gennaio Inchiesta Concordia, al vaglio le testimonianze degli ufficiali
23 gennaio Naufragio Concordia, a rischio anche patrimonio archeologico
22 gennaio Naufragio Concordia: 13 vittime e incognita clandestini. Imminente l’estrazione carburante
22 gennaio Concordia, trovata la tredicesima vittima
21 gennaio Giglio: il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza
20 gennaio La Concordia scivola lentamente. Arrivata la nave antinquinamento
20 gennaio Naufragio del Giglio: il punto sull'inchiesta
19 gennaio Tragedia Concordia, Regione parte offesa contro i responsabili
18 gennaio Clini: “Due settimane per svuotare i serbatoi”. Fine agli inchini e prevenzione rischi ambientali
18 gennaio Naufragio Concordia. E’ viva Gertrud Goergens
18 gennaio Altri movimenti della Concordia. In arrivo “pontone” per travaso del carburante
17 gennaio Arresti domiciliari per il capitano della Costa Concordia
17 gennaio Stato d’emergenza e commissario nazionale per l’Arcipelago
16 gennaio Liquido sospetto inizia a fuoriuscire dalla Concordia
16 gennaio Naufragio Concordia. Riprendono le ricerche
16 gennaio Costa Crociere: “Rotta troppo vicina alla costa”
15 gennaio Naufragio al Giglio. Trovati due corpi, dispersi scesi a 15
14 gennaio Naufragio al Giglio, 3 morti. Nessuno più a bordo, 70 mancano all’appello
14 gennaio Parte l’inchiesta Concordia. Il comandante in stato di fermo

 


 

Foto www.fanpage.it

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »