energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Concordia, perizie in corso sui ritrovamenti ossei Cronaca

I resti ossei che sono stati ritrovati ieri sul fondale, nelle vicinanze del ponte 4 del relitto della Costa Concordia, non possono essere attribuiti con certezza a nessun disperso; anzi, la Protezione civile con una nota avverte che è necessario ancora stabilire con certezza se siano umani.

Si allontana ancora, per i congiunti di Maria Grazia Trecarichi, 50 anni, siciliana e del cameriere indiano Russell Rebello, i due passeggeri ancora dispersi nella tragedia del naufragio della Concordia presso la costa dell'isola del Giglio, la certezza (ma non la speranza) di poter mettere insieme almeno i resti dei loro cari, strappandoli dal mare in cui sono scomparsi.

L'invito alla prudenza parte proprio dalla struttura del commissario delegato all'emergenza Concordia, che stamattina precisa “Non è possibile ancora dire nè se questi siano di origine umana, nè, tantomeno, riferirli a qualcuno in particolare".  Per essere sicuri, invita ad "attendere pazientemente i risultati degli esami".

Destinazione Concordia: da decidere con Toscana
Relitto Concordia, trovati resti umani

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »