energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Concordia, salgono a 16 le vittime accertate. Inizio “defueling” previsto sabato Cronaca

I sub dei Vigili del fuoco hanno individuato questa mattina nel ponte 3 il corpo di un'anziana signora che indossava il salvagente, riferisce la struttura commissariale guidata dalla Protezione civile. La scoperta è  avvenuta dopo che i palombari dei Consubin hanno aperto un varco per l'ispezione del ponte 3 della nave usando micro-cariche. E' stato inoltre identificato un altro cadavere, quello della signora Luisa Virzì di Enna, recuperata nella zona sommersa della Costa Concordia nei giorni scorsi. Era a bordo con l'amica Maria Grazia Trecarico, che risulta ancora dispersa, mentre sua figlia  Stefania e il suo fidanzato Andrea Ragusa si sono salvati.
Dei 16 morti accertati fino a questo momento restano da identificarne 6: 3 uomini e 3 donne (al 22 gennaio dei 13 morti fino ad allora accertati, cinque erano da identificare: tre uomini e due donne).
Il team della Polizia scientifica insediato a Grosseto per dare un'identità alle vittime, intanto, sta procedendo alle autopsie.
Le operazioni di estrazione del carburante è prevista per sabato, mentre oggi sono proseguite le operazioni preliminari al defueling, come il consolidamento della posizione della nave e rilevamenti subacquei.

Estrazione del carburante dai serbatoi
Il commissario per l'emergenza Franco Gabrielli stamattina ha spiegato in conferenza stampa che "dovrebbe iniziare ragionevolmente non prima di sabato" l'estrazione vera e propria delle quasi 2.400 tonnellate di combustibile dai 17 serbatoi della nave. "Alle 8 di stamani il pontone Meloria si è ormeggiato in prossimità dello scafo e sono iniziate le operazioni di immersione e rilievi subacquei necessari prima di procedere all'attività di rimozione – ha annunciato il commissario – Credo che il pompaggio inizierà ragionevolmente non prima di sabato". Gabrielli ha precisato che la prima parte dell'operazione riguarderà "sei cassoni, che contengono il 50% dell'intero carburante". I rilievi subacquei si svolgeranno solo di giorno, mentre una volta iniziato, il pompaggio del carburante proseguirà senza interruzione, "condizioni meteo-marine permettendo" e se non ci saranno incidenti di natura tecnica.
Il ministro Clini, considerando l'esperienza di Gabrielli e degli esperti del suo ministero,  si dice convinto che "il rischio più grave", la dispersione in mare del carburante, sarà evitato .
I sommozzatori della Smit Salvage eseguiranno delle ispezioni dello scafo a circa 18-20 metri di profondità. Secondo quanto appreso, è necessario vedere le condizioni dello scafo della Concordia prima di 'attaccare' la prima cassa di carburante in sicurezza.

L'allarme per la chiazza oleosa apparsa al largo dell'Isola del Giglio, ampia 200 metri per 300, e subito monitorata e confinata da panne assorbenti, è rientrato in seguito agli esiti delle analisi eseguite dall'Arpat (Agenzia regionale per la protezione ambientale) che ha comnunicato che "nelle analisi relative ai campioni di acqua prelevati intorno alla nave il 22 gennaio sono state rilevate minime tracce di solventi e assenza di idrocarburi. I test di tossicità si confermano negativi". L'ipotesi più probabile è che si tratti di olii, saponi, disinfettanti fuoriusciti dalla nave attraverso i varchi aperti dai palombari.

23 gennaio  Naufragio Concordia: la quindicesima vittima è la “sposina di Biella”
23 gennaio Concordia, trovati altri due corpi. Gabrielli: “Nave stabile”
23 gennaio Inchiesta Concordia, al vaglio le testimonianze degli ufficiali
23 gennaio Naufragio Concordia, a rischio anche patrimonio archeologico
22 gennaio Naufragio Concordia: 13 vittime e incognita clandestini. Imminente l’estrazione carburante
22 gennaio Concordia, trovata la tredicesima vittima
21 gennaio Giglio: il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza
20 gennaio La Concordia scivola lentamente. Arrivata la nave antinquinamento
20 gennaio Naufragio del Giglio: il punto sull'inchiesta
19 gennaio Tragedia Concordia, Regione parte offesa contro i responsabili
18 gennaio Clini: “Due settimane per svuotare i serbatoi”. Fine agli inchini e prevenzione rischi ambientali
18 gennaio Naufragio Concordia. E’ viva Gertrud Goergens
18 gennaio Altri movimenti della Concordia. In arrivo “pontone” per travaso del carburante
17 gennaio Arresti domiciliari per il capitano della Costa Concordia
17 gennaio Stato d’emergenza e commissario nazionale per l’Arcipelago
16 gennaio Liquido sospetto inizia a fuoriuscire dalla Concordia
16 gennaio Naufragio Concordia. Riprendono le ricerche
16 gennaio Costa Crociere: “Rotta troppo vicina alla costa”
15 gennaio Naufragio al Giglio. Trovati due corpi, dispersi scesi a 15
14 gennaio Naufragio al Giglio, 3 morti. Nessuno più a bordo, 70 mancano all’appello
14 gennaio Parte l’inchiesta Concordia. Il comandante in stato di fermo

Foto www.ilmessaggero.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »