energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Concordia, Wwf chiede risarcimento danno morale Cronaca

Grosseto – Il Wwf, che si è costituito come parte civile nel processo in corso sul naufragio della Costa Concordia, ha chiesto il risarcimento del danno morale “per gli effetti che la vicenda ha avuto sull’impegno dall’associazione nella salvaguardia” dell’ambiente. Un impegno gravoso e intenso, ha spiegato il legale dell’associazione, che si è sostanziato nel compito di vigilanza e assistenza all’ambiente dell’isola del Giglio che i volontari hanno dovuto sostenere.

Sempre oggi, fra le parti civili, Heinz Schaden, sindaco di Salisburgo (Austria), ha fatto sapere tramite il suo legale che destinerà la somma del risarcimento “agli enti caritativi e assistenziali dell’Isola del Giglio, così come ai bisognosi della comunità” segnalati dal municipio o dalla parrocchia. In generale gli avvocati di parte civile, discutendo la richiesta dei risarcimenti, hanno ribadito che i superstiti del naufragio sono persone rimaste “traumatizzate durante quella che per loro doveva essere una vacanza” e c’è chi, per le conseguenze psicologiche, non è più riuscito a lavorare e “ha dovuto chiudere l’attività”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »