energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Concorsi truccati, arrestati sette docenti universitari Breaking news, Cronaca

Firenze – Sono sette, i docenti universitari per cui sono scattati gli arresti per reati corruttivi, nell’ambito di un’inchiesta su concorsi truccati. Ad eseguire le ordinanze di custodia cautelari ai domiciliari, la Guardia di Finanza di Firenze. Le misure sono scattate a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, disposta dal gip su richiesta dei pm fiorentini Luca Turco e Paolo Barlucchi. Per altri 22 docenti è scattata la misura dell’interdizione dalle funzioni di professore universitario e da quelle connesse ad ogni altro incarico accademico per la durata di 12 mesi. L’inchiesta riguarda l’intero territorio nazionale e le indagini risultano coinvolgere 59 persone. Tra gli indagati parrebbe esserci anche l’ex ministro Augusto FantozziNella mattinata di oggi 25 settembre, le Fiamme Gialle hanno eseguito oltre 150 perquisizioni domiciliari in uffici pubblici, abitazioni private e studi professionali.

Secondo quanto ricostruito, le indagini avrebbero preso il via a Firenze dalla denuncia di un ricercatore universitario, candidato al concorso per l’Abilitazione Scientifica Nazionale all’insegnamento nel settore del diritto tributario. Ci sarebbe stato, secondo quanto denunciato, un tentativo, da parte di alcuni professori universitari, di  indurlo a ritirare la propria domanda. Tutto finalizzato allo scopo  di favorire un terzo soggetto in possesso di un profilo curriculare notevolmente inferiore. La rinuncia sarebbe stata “condita” dalla promessa di adoperarsi, in un successivo concorso, con la competente Commissione giudicatrice, per la sua abilitazione. 

Nel corso dell’approfondimento dell’indagine, sarebbe emersa l’esistenza di un sistema di sistematici accordi corruttivi tra numerosi professori di diritto tributario (fra cui anche docenti con natura di pubblici ufficiali, in quanto componenti di diverse Commissioni nazionali nominate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per le procedure di Abilitazione Scientifica Nazionale all’insegnamento nel settore scientifico diritto tributario) allo scopo di rilasciare le abilitazioni in questione seguendo logiche di spartizione territoriale e di reciproci scambi di favori, con valutazioni non basate su criteri meritocratici, ma che tenessero conto dei propri personali interessi. 

I sette docenti arrestati sono: Guglielmo Fransoni, tributarista dello studio Russo di Firenze e professore a Foggia ma anche ex collaboratore di Stefano Ricucci, Fabrizio Amatucci, professore di Napoli, Giuseppe Zizzo, dell’università Carlo Cattaneo di Castellanza (Varese), Alessandro Giovannini, dell’università di Siena, Giuseppe Maria Cipolla dell’università di Cassino, Adriano Di Pietro dell’università di Bologna, Valerio Ficari, ordinario a Sassari e supplente a Tor Vergata a Roma.



   

Print Friendly, PDF & Email

Translate »