energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Concorso scuola, Toscana prima per numero ammessi Cronaca

Stanno proseguono le sessioni di prova del test preselettivo del concorso a cattedre definito dal Miur come "una complessa operazione di reclutamento e rinnovamento della scuola italiana". Alle 15 è inziata la terza sessione, dopo la conclsuione della prima iniziata alle 9 e della seconda iniziata alle 11. Il bilancio delle prime due sessioni  vede 69.037 partecipanti, cioè il 79,7% dei candidati previsti. Di questi, hanno superato la prova in 23.285, il 33,7%. Complessivamente, i candidati attesi alle prime due sessioni erano 86.723.  La quota degli ammessi supera il 30%, quindi più del 60% degli aspiranti non ha superato la preselezione.
Guardando ai dati Regione per Regione il numero di ammessi supera il 40% per quattro regioni. La Toscana, come già emerso dai dati della prima e seconda sessione, si conferma la regione con il maggior numero di ammessi che sfiora il 45% (44,9%). Seguono Piemonte, Liguria e Lombardia, con rispettivamente il 41,6%, il 40,1% e il 41,1%.  I due candidati più veloci, di cui uno a Roma, hanno ultimato la prova in venti minuti, con esito positivo.
Continua il monitoraggio del Ministero sui dati e i risultati che pervengono dalle sedi di concorso. La percentuale di ammissione che supera nel complesso il 30%, dimostra, secondo il Miur,  "l’accessibilità del test, garantendo allo stesso tempo la piena funzionalità della prova".
Si è rimessa così definitivamente in moto una procedura di reclutamento di aspiranti docenti per via concorsuale ferma ormai dal 1999, seppur prevista dalla legge con cadenza triennale. Il percorso, che porterà alle prime nomine in ruolo dei vincitori del concorso già a partire dal prossimo anno scolastico, è iniziato con la pubblicazione del bando lo scorso 24 settembre.

I numeri del concorso: 11.542 i posti e le cattedre disponibili; 321.210 i candidati, 501.287 le richieste per posti e cattedre
I posti e le cattedre disponibili e messi a concorso sono 11.542 – per la scuola dell’infanzia, nella primaria, nella secondaria di I e II grado. Possono concorrere gli aspiranti docenti in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento. Sono ammessi, comunque, anche altri aspiranti docenti che, pur senza l’abilitazione, sono in possesso dei requisiti specifici previsti dall’articolo 2, comma 2 del bando. I candidati alle prove di preselezione sono 321.210, mentre le richieste complessive per i posti e le diverse cattedre messe a concorso sono 501.287, potendo ciascun candidato con una sola domanda richiedere di concorrere per più posti o classi di concorso messi a bando, purché in una sola regione. Le domande sono state inviate dal 6 ottobre fino alle 14 del 7 novembre, esclusivamente attraverso una procedura di istanza online.

Foto www.blitzquotidiano.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »