energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Crisi, la Provincia di Prato rilancia sui giovani Politica

Unità e coesione: questa la ricetta del Presidente della Provincia di Prato Lamberto Gestri per uscire dalla crisi che si è abbattuta pesantemente su Prato negli ultimi anni. E se il 2011, ormai agli sgoccioli, ha portato non pochi problemi all'economia del territorio, il 2012 potrebbe essere l'anno di uscita dalla crisi. Ma ad alcune condizioni: in occasione del tradizionale incontro con i giornalisti per gli auguri di Natale, Gestri ha infatti sottolineato che "dalla crisi si esce tutti insieme", definendo progetti ed idee in comune accordo con tutte le forze del territorio. Secondo Gestri è infatti necessario "lavorare su ciò che unisce piuttosto che su quello che divide", elaborando, a partire dall'anno nuovo, un patto tra amministrazioni locali, forze economiche e sociali con alcune priorità, tra cui il lavoro, i progetti di sviluppo, la formazione dei giovani e l'urbanistica. Come ogni fine d'anno che si rispetti, non mancano infatti i 'buoni propositi' per l'anno nuovo, a partire dall'utilizzo dei 3,8 milioni di euro (rimasti dai 25 milioni stanziati dal Governo Berlusconi) per fronteggiare la situazione del distretto, allo start-up del progetto green Fabbriche d'energia, ma anche a quelli riguardanti nuove infrastrutture viarie e tecnologiche. Nel caso dei giovani, è prevista una riorganizzazione dell'offerta scolastica, attraverso percorsi di alta formazione e specializzazione costruiti anche grazie all'apporto delle aziende del territorio. Insomma, di carne al fuoco ce n'è parecchia…speriamo che la ricetta della Provincia funzioni davvero. 

Print Friendly, PDF & Email

Conferenza di fine anno della Provincia di Prato, è tempo di bilanci e di buoni propositi Notizie dalla toscana

Unità e coesione: questa la ricetta del Presidente della Provincia di Prato Lamberto Gestri per uscire dalla crisi che si è abbattuta pesantemente su Prato negli ultimi anni. E se il 2011, ormai agli sgoccioli, ha portato non pochi problemi all'economia del territorio, il 2012 potrebbe essere l'anno di uscita dalla crisi. Ma ad alcune condizioni: in occasione del tradizionale incontro con i giornalisti per gli auguri di Natale, Gestri ha infatti sottolineato che "dalla crisi si esce tutti insieme", definendo progetti ed idee in comune accordo con tutte le forze del territorio. Secondo Gestri è infatti necessario "lavorare su ciò che unisce piuttosto che su quello che divide", elaborando, a partire dall'anno nuovo, un patto tra amministrazioni locali, forze economiche e sociali con alcune priorità, tra cui il lavoro, i progetti di sviluppo, la formazione dei giovani e l'urbanistica. Come ogni fine d'anno che si rispetti, non mancano infatti i 'buoni propositi' per l'anno nuovo, a partire dall'utilizzo dei 3,8 milioni di euro (rimasti dai 25 milioni stanziati dal Governo Berlusconi) per fronteggiare la situazione del distretto, allo start-up del progetto green Fabbriche d'energia, ma anche a quelli riguardanti nuove infrastrutture viarie e tecnologiche. Nel caso dei giovani, è prevista una riorganizzazione dell'offerta scolastica, attraverso percorsi di alta formazione e specializzazione costruiti anche grazie all'apporto delle aziende del territorio. Insomma, di carne al fuoco ce n'è parecchia…speriamo che la ricetta della Provincia funzioni davvero. 
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »