energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Confindustria: Firenze può essere economia metropolitana globale Economia

Firenze può essere la più piccola economia metropolitana globale del mondo. E dovrà mettersi al lavoro per diventarlo al più presto, con «scelte forti, scelte fatte ieri», perché è sulle economie metropolitane che già ora si sta giocando la partita della competizione economica globale. Bisogna dunque fare presto e farlo bene, lo dice chiaramente il presidente Simone Bettini dinanzi all’assemblea annuale di Confindustria Firenze, ancora in corso nell’auditorium del Palacongressi, non prima di aver ricordato le vittime di Brindisi e la vicinanza agli imprenditori dell’Emilia.

La Firenze industriale c’è, la Firenze globale esiste, dice Bettini, e gli imprenditori fiorentini «stremati da 5 anni di trincea ed alle prese con un avvitamento della crisi che diventa ancora più cattiva» sono pronti a fare la loro parte. Quel che manca è «la Firenze politica, una visione strategica d’insieme». Ci sono i ritardi e le cose non fatte, come l’aeroporto o il termovalorizzatore, che «devono diventare priorità». C’è la difficoltà di stare nelle reti globali come area metropolitana conciliando «44 piani di sviluppo territoriale, 44 sensibilità amministrative» di altrettanti comuni. E c’è, dice ancora il presidente, la necessità «di portare più mondo a Firenze», di essere attrattivi verso multinazionali e investitori stranieri, senza i quali non «riusciremo a recuperare i posti di lavoro persi nella crisi». 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »