energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Consorzi di bonifica, 700mila euro di utili nel 2018 Ambiente, Cronaca, Economia

Lucca    Utili per il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord per l’anno 2018. Settecento mila euro di avanzo dal conto economico. Un successo che si ripete da ormai sei anni e che sarà presentato Lunedì prossimo all’Assemblea.

Durante l’incontro sarà fatta la proposta di reinvestire l’avanzo in ulteriori interventi di sicurezza sul territorio.

“Ancora una volta i numeri del conto consuntivo ci dicono che la riforma della bonifica in Toscana  è stata fortemente positiva  – spiega il presidente Ridolfi – perché ha portato a ridurre gli enti di bonifica con risparmi di gestione ed aumento degli interventi sui territori. In particolare al Consorzio 1 Toscana Nord i consistenti avanzi di gestione registrati ogni anno ci dicono che la riforma è stata pienamente applicata”.

Il conto economico mette in luce come la macchina operativa del Consorzio sia efficiente e lavori a pieno ritmo per la sicurezza di tutti i cittadini. Nel 2018 sono stati portati a termine, infatti,  lavori straordinari finanziati dalla Regione per oltre 8 milioni di euro e fatto lavori di manutenzione ordinaria per oltre 9 milioni di euro.

“L’utile sarebbe stato ancora maggiore se il governo attuale non avesse introdotto quella sorta di condono che l’esecutivo ha denominato, “pace fiscale” – aggiunge il presidente Ridolfi – Sono stati infatti cancellate, con un colpo di spugna, pressoché tutte le cartelle ancora pendenti dei contribuenti che non avevano pagato prima del 2010.”

Questo per il Consorzio rappresenta “una mancata entrata di oltre un milione e 300.000 euro. Per i cittadini, si tratta di lavori ed opere in meno per la sicurezza dei territori” – conclude il presidente Ridolfi.

Dal 2017 al 2018 i lavori per manutenzione ordinaria sono aumentati di 817.109 euro senza aumentare di un euro il tributo complessivo richiesto ai cittadini.

Gli organi amministrativi del Consorzio, proporranno all’Assemblea di vincolare parte dell’avanzo di amministrazione ad accantonamenti prudenziali da destinarsi in caso di eventi futuri oltre alla quota parte della riserva obbligatoria per legge.

“Informiamo i cittadini fin da adesso di questa proposta che verrà discussa lunedì in Assemblea – conclude Ridolfi – per favorire la massima diffusione e trasparenza.”

Print Friendly, PDF & Email

Translate »