energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Consorzio Forestale delle Cerbaie: il nuovo presidente ha 27 anni Notizie dalla toscana

Castelfranco di Sotto (Pisa) – Federico Grossi, 27 anni, assessore all’ambiente e politiche energetiche del Comune di Castelfranco di Sotto, è stato eletto all’unanimità nuovo Presidente del Consorzio Forestale delle Cerbaie durante l’assemblea dei soci svoltasi negli scorsi giorni presso la sede de Le Querce nel Comune di Fucecchio. Nel corso dell’assemblea e’ stato eletto anche il nuovo Consiglio di amministrazione che resterà in carica per tre anni. Il Consorzio Forestale, che riunisce i Comuni di Castelfranco, Santa Croce sull’Arno, Fucecchio, Santa Maria a Monte e proprietari di terreni boschivi nelle Cerbaie, persegue finalità pubbliche di tutela, promozione e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali delle Cerbaie e delle limitrofe aree a valenza ambientale, in particolare dell’area SIC e della Riserva Naturale, e provvede alla gestione associata del patrimonio agro-forestale di proprietà dei Soci pubblici e privati ai fini di garantirne la crescita socio-economica, la salvaguardia ambientale e paesaggistica del cosiddetto “polmone verde” del Comprensorio del Cuoio.

Gran parte del territorio delle Cerbaie rientra nel SIC/SIR (sito d’interesse comunitario/sito d’interesse regionale) della Rete Natura 2000 e rientra nel sistema provinciale pisano delle aree Protette con l’indicazione di Polo Ambientale delle Colline delle Cerbaie e Lago di Bientina. Il SIC Cerbaie (Codice IT5170003, ufficializzato con la Decisione della Commissione Europea del 19 luglio 2006), e che è stato codificato a livello regionale con il codice SIR 63 Cerbaie (ai sensi delle norme previste dalla LR 56/2000), si estende per 6.504,51 ettari all’interno della porzione collinare dei territori comunali di Bientina, Calcinaia, Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull’Arno e Santa Maria a Monte in Provincia di Pisa e Fucecchio in Provincia di Firenze, ed è prossimale all’area protetta del Lago di Sibolla, sita nel comune di Altopascio (Lu). Il SIC, rappresentato da un rilievo collinare di modesta altitudine (max 117 m s.m. presso Montefalcone) esteso fra la pianura dell’Arno a sud e la piana di Lucca, confina ad est con il SIC “Padule di Fucecchio”, ad ovest e a nord, anche se non contiguamente, con i SIC “Ex-alveo del Lago di Bientina” e “Lago di Sibolla” con i quali contribuisce a creare il sistema delle aree umide della Toscana centro-
settentrionale.

“Sono contento del nuovo incarico e per la fiducia che è stata riposta nella mia persona – afferma il nuovo Presidente Grossi – e spero di essere all’altezza delle aspettative. Credo sia necessario un cambio di passo nella gestione dei boschi delle Cerbaie e nel ruolo del Consorzio stesso. Ringrazio chi mi ha preceduto per il lavoro svolto fino ad oggi. Dobbiamo metterci subito al lavoro per incrementare il numero dei soci privati nonché i proprietari di porzioni di bosco e lavorare concretamente per creare una filiera economica-sostenibile del legno delle Cerbaie sfruttando il Piano agricolo-forestale regionale ed i nuovi fondi sullo sviluppo rurale della Toscana PSR 2014-2020 di prossima emanazione. Inoltre sarà fondamentale un duro contrasto allo spaccio nei boschi e all’abbandono di rifiuti in collaborazione con le forze dell’ordine. Come le piazze, le vie e luoghi pubblici, i boschi, se curati e vissuti, sono anche luoghi più sicuri. Di questo ne sono convinto. Attendiamo quindi l’inizio dei lavori degli 11 km della pista ciclo pedonale intorno ai confini della Riserva Naturale di Montefalcone, finanziata dalla Regione Toscana, che si collegherà ad est alla Via Francigena e al Ponte Mediceo di Ponte a Cappiano, tramite la Via di Poggio Adorno passando davanti alla bellissima Villa Guerrini, ed ad ovest, in attesa dei finanziamenti regionali, alla ciclo pista di Via Usciana a Castelfranco e poi all’Arno”, ha concluso Grossi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »