energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Controlli di sicurezza sui marmi di Santa Maria del Fiore Foto del giorno

Firenze – Turisti stupiti in piazza del Duomo a Firenze dove è stata piazzata un’enorme autogru per sollevare una piattaforma lungo il campanile di Giotto. Niente paura. Si tratta delle operazioni di monitoraggio che dal 2015 vengono fatte due volte l’anno per verificare lo stato dei rivestimenti di marmo. Dunque nulla a che vedere con quanto accaduto all’interno della Basilica di Santa Croce dove un turista spagnolo è morto colpito da un frammento di pietra caduto da un capitello: “Santa Croce – dice Vincenco Vaccari, esperto della Soprintendenza e consulente dell’Opera del Duomo che dirige le operazioni di monitoraggio – è la chiesa più monitorata di Firenze e quanto accaduto non era prevedibile, visto che la pietra forte è tenuta insieme da rime che si possono spezzare all’improvviso”.

Le operazioni di monitoraggio dureranno circa un mese e riguardano una superficie di 40mila metri quadrati. I marmi vengono “saggiati” con martelletti di gomma e il suono che emettono indica la necessità o mneo di interventi che possono essere fatti immediatamente o successivamente. Si tratta – avverte Vaccari – di operazioni di messa in sicurezza anche se non si potrà mai eliminare del tutto rischi di rotture.

 

duomo bagnoli

 

Il presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore Luca Bagnoli si prepara a salire sulla piattaforma usata per il monitoraggio

Print Friendly, PDF & Email

Translate »