energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Controradio, sciopero di otto ore. Il comunicato Società

I colleghi di Stamptoscana, manifestando completa solidarietà ai colleghi in sciopero, riceve e pubblica:

"La redazione di Controradio, di concerto con l’Associazione Stampa Toscana, sciopera oggi per otto ore contro la decisione dell’azienda di non rinnovare il contratto ad una collega. Lo fa ritenendo tale decisione: Immotivata, ingiusta e pretestuosa. Immotivata in quanto non sussistono le condizioni economiche: il bilancio appena chiuso dall’emittente presenta infatti una perdita risicata rispetto al fatturato, perdita che si sarebbe potuta tranquillamente colmare attraverso i soldi versati dagli ascoltatori nella recente campagna di tesseramento al Controradio Club per proprio per sostenere la qualità e la quantità dell’informazione prodotta dall’emittente.
Immotivata anche perché, per ammissione stessa dell’emittente, pur in un quadro di generale crisi, le prospettive dell’azienda Controradio risultano relativamente positive, grazie anche ai sacrifici fatti nella prima parte dell’anno dai lavoratori, attraverso la cassa integrazione e la decurtazione degli orari di lavoro per redattori assunti.
Ingiusta in quanto va a colpire una collega che da oltre due anni è inserita nell’organico redazionale, professionalizzata e che, da un anno, ricopre anche il delicatissimo ruolo di RLS, ovvero responsabile per la sicurezza dei lavoratori.
Pretestuosa perché messo in atto da un’azienda che professa pubblicamente valori etici e rispetto dei diritti dei lavoratori, impostando su questi principi le proprie campagne di tesseramento al club, il cui contributo risulta fondamentale per la sussistenza della radio medesima.

I redattori di Controradio, e l’associazione stampa toscana, stigmatizzando altresì l’atteggiamento dell’editore, del direttore (e del collega free lance che si è prestato al gioco), che hanno sostituito i lavoratori in sciopero, mettendo in atto una condotta chiaramente antisindacale, invitano le istituzioni, gli ascoltatori ed i soci del Controradio Club, ad attivarsi affinché l’azienda torni finalmente sui suoi passi, accettando finalmente un franco confronto con il sindacato, alla ricerca di una soluzione che salvaguardi i bilanci dell’azienda , insieme con i diritti e la dignità dei lavoratori".

Print Friendly, PDF & Email

Translate »