energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cooperazione e sviluppo, delegazione di Fès a Firenze Società

“Mi auguro che la visita a Firenze possa offrirvi stimoli interessanti per le vostre attività a Fès e che questo progetto, arrivato alla fase conclusiva, sia il punto di partenza per ulteriori iniziative commerciali e culturali tra le nostre città”. L’assessore alla cooperazione internazionale Stefania Saccardi questa mattina ha accolto con queste parole la delegazione della città marocchina di Fès, che saranno a Firenze fino a venerdì. La visita rappresenta l’ultima fase di un progetto di cooperazione e sviluppo all’interno del Programma ART GOLD Marocco dell'UNDP (Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite), cui partecipa anche l’Amministrazione comunale. Obiettivo del progetto, denominato “AGR: Attività Generatrici di Reddito al servizio dell'autonomia delle donne della Medina di Fès” e arrivato alla fase conclusiva, fornire ad un gruppo di donne gli strumenti e le conoscenze utili per avviare attività economica. Sono 30 le donne della Medina che sono state accompagnate in un percorso di formazione per la creazione di tre cooperative artigiane. Alla formazione ha partecipato anche una referente del Comune che ha organizzato sessioni dedicate alla commercializzazione, alla qualità del prodotto e al funzionamento del commercio equo e solidale. Le tre cooperative si occupano di mestieri legati alla tradizione locale di Fès: pasticceria Fassi, prodotti per l'hammam e cura del corpo, artigianato tessile. 

“Le nostre città, gemellate fin dal 1961, sono caratterizzate da alcuni tratti comuni – ha continuato l’assessore Saccardi – come il ruolo fondamentale dell’artigianato e delle piccole realtà produttive, il forte legame con il passato e con la propria storia. Il progetto da voi portato avanti trae ispirazione appunto da questi aspetti e può contare su un ulteriore elemento di forza, ovvero il coinvolgimento diretto delle donne. E questo non può che farci piacere”.

La delegazione ha avuto colloqui con gli enti che hanno collaborato al progetto, ovvero Comune e Propvincia (stamani all’incontro in Palazzo Vecchio era presente anche l’assessore alla cooperazione Sonia Spacchini).. Nel corso della mattinata sono poi seguiti colloqui con la presidente della commissione relazioni internazionale Susanna Agostini e quella della commissione pari opportunità Federica Giuliani.

"Cooperazione e sviluppo attraverso i diritti all'autonomia di donne e uomini. Sono queste le linee strategiche che abbiamo condiviso con la delegazione – ha aggiunto la presidente Agostini –  Proseguiremo il nostro impegno politico istituzionale per la crescita delle opportunità a garanzia di libertà individuale e collettiva di un popolo che, attraverso la nuova costituzione, si sta emancipando. E' davvero essenziale il riconoscimento che le istituzioni del Marocco, presenti questa mattina, dimostrino la volontà specifica di sostegno alle fasce più deboli, dedicando attenzione e vere risorse economiche e culturali che aprono a concrete aspettative di cambiamento sociale. Resteremo dunque a disposizione per contribuire a garantire l'opportunità di futuri progressi, politici ed economici. Una proposta della commissione pace diritti umani sarà il favorire l'esposizione dei prodotti che nascono dalle tre cooperative rappresentate alla mostra dell'artigianato del 2013".

Il programma prevede inoltre una serie di visite per acquisire conoscenze utili al percorso intrapreso con il progetto: la delegazione visiterà il Sam presso il Conventino, le botteghe del mercato equo e solidale, l'Osservatorio dei Mestieri d'Arte e lo Sportello Eco Equo del Comune di Firenze. Tra gli impegni anche un incontro con la consigliera regionale Daniela Lastri.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »