energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Coppia canadese torna al Giglio a quasi sei mesi dal naufragio della Concordia Cronaca

Sono passati quasi sei mesi da quel tragico 13 gennaio ma loro, anche grazie alla solidarietà dimostratagli in occasione del naufragio dai cittadini dell’isola del Giglio, hanno deciso di tornare. Di tornare per rivedere la Costa Concordia adagiata su di un fianco sopra le secche della Gabbianara. Di tornare per ripercorrere con la mente il percorso che quella notte, a nuoto nell’acqua gelida, li condusse verso la salvezza. Di tornare, soprattutto, per incontrare di nuovo coloro che, senza conoscerli né dover loro qualcosa, decisero di aiutarli una volta sbarcati sull’isola. Laurence Davis, 60 anni, e la sua compagna, Andrea Davis, 52 anni, sono così tornati dal Canada al Giglio per ringraziare la popolazione per l’aiuto offerto in occasione del naufragio della Costa Concordia. «Il dolore che abbiamo visto è indimenticabile, ma ogni giorno porta sempre più gratitudine e amore e sempre meno devastazione e rabbia», hanno dichiarato i coniugi di Calgary. La rabbia, semmai, c’è nei confronti del capitano Schettino, al quale augurano «quello che si merita». I due naufraghi del 13 gennaio sono riusciti a tenersi in contatto con la popolazione del Giglio via Facebook e sempre tramite il social network è stato loro possibile tornare sull’isola dell’Arcipelago toscano e ricevere, come ennesimo dono dei cittadini gigliesi, un pranzo nella piazza di Giglio Porto a base dei piatti tipici della tradizione isolana.

Foto: http://www.jacktech.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »