energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Coronavirus, le disposizioni sull’attività dell’Università di Firenze STAMP - Università

Firenze – Il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei ha informato questa sera la comunità universitaria delle disposizioni che recepiscono il Decreto governativo circa la sospensione di ogni attività didattica per l’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di Coronavirus.

“La decisione di estendere a tutto il territorio nazionale misure già presenti nelle Regioni più colpite – ha detto il rettore – è stata ritenuta misura indispensabile per contenere l’epidemia e accelerare il raggiungimento di una situazione che consenta al sistema sanitario regionale di reggere l’impatto e mettere in sicurezza la salute di tutti i cittadini”.

Da domani giovedì 5 marzo, fino a domenica 15 marzo, saranno sospese tutte le attività didattiche dell’Ateneo, in qualsiasi sede. In particolare:

  • ogni attività frontale in aula di corsi di laurea triennale, magistrale a ciclo unico, magistrale, master, perfezionamento e aggiornamento professionale, dottorato di ricerca e suole di specializzazione,
  • ogni esercitazione di laboratorio
  • tutti i tirocini,
  • l’accesso alle biblioteche ad eccezione del servizio di prestito che rimane attivo
  • l’utilizzo degli spazi di studio,
  • il ricevimento degli studenti che sarà sostituito da contatti telematici,
  • tutti gli esami di profitto.

Da lunedì 9 marzo le lezioni saranno gradualmente sostituite da moduli di didattica online. Le attività delle segreterie studenti saranno sostituite da modalità telematiche.

Le sessioni di tesi si svolgeranno regolarmente, nel rispetto delle indicazioni del DPCM 01.03.2020. Saranno garantiti i servizi amministrativi e tecnici, i servizi di portierato, pulizia e vigilanza; restano in vigore le misure già previste di lavoro agile per il personale tecnico e amministrativo.

I docenti e i ricercatori, come gli assegnisti, dottorandi, specializzandi, borsisti e tesisti, sono autorizzati ad accedere alle sedi dove svolgono attività di ricerca, ad esclusione delle biblioteche.

Foto: Luigi Dei

Print Friendly, PDF & Email

Translate »