energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Corruzione: all’Università di Siena interviene il magistrato Davigo STAMP - Università

Siena – Si parlerà di “Corruzione: Aspetti giuridici e implicazioni economiche”, mercoledì 13 maggio all’Università di Siena, con un professionista esperto della materia, il magistrato Piercamillo Davigo, Consigliere presso la Corte di Cassazione.
L’incontro si terrà alle ore 11.30 nell’aula Franco Romani del polo didattico di piazza San Francesco, organizzato dal dipartimento di Economia politica e statistica, nell’ambito delle attività del corso di laurea magistrale in Economia dell’Ambiente e dello Sviluppo, coordinato dal professor Salvatore Bimonte.
Di stringente attualità le tematiche che saranno affrontate con Davigo, che per le conoscenze e competenze acquisite in tema di prevenzione e lotta alla corruzione può essere considerato uno dei maggiori esperti a livello nazionale ed internazionale su questi temi.
“Le più recenti indagini giudiziarie – spiega il professor Bimonte – da Roma Capitale, a Expo, Mose e ANAS,  hanno solo riacutizzato un allarme sociale e mediatico mai sopito, gettando luce su una vasta trama di corruzione che in Italia coinvolge politica e mondo imprenditoriale fino ai vertici della cosa pubblica, tanto da far nascere la sensazione che il fenomeno della corruzione sia preoccupante non solo, o non tanto, per la dimensione espressa dalle fredde cifre, quanto per la sua pervasività”.
“L’elemento che più dovrebbe preoccupare, però – prosegue Bimonte – è che tutto ciò possa determinare una progressiva perdita del senso del bene comune e del bene pubblico che potrebbe sfociare in disinteresse o accettazione sociale dei reati commessi contro la cosa pubblica. Se la corruzione diviene un fenomeno collettivo e l’onestà un fenomeno individuale, allora tutto diventa più complicato, la stessa emersione e scoperta dei delitti”.
“Di questo e di altro parleremo in Ateneo con Piercamillo Davigo, che si è sempre distinto per la passione e la professionalità con cui ha portato avanti il suo lavoro” – conclude Bimonte. “Dall’alto della sua esperienza e capacità professionale, costruita in anni di studi ed appassionato lavoro, Davigo cercherà di dare risposta ad alcuni di questi quesiti cruciali con cifre, rigore tecnico ed analisi empiriche incrociando la sua analisi con gli effetti delle più recenti riforme o proposte di riforme normative”.

Piercamillo Davigo è Consigliere della Corte Suprema di Cassazione. Entrato in Magistratura nel 1978 con funzioni di giudice presso il Tribunale di Vigevano, nel 1981 è diventato sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Milano, dove ha condotto importanti inchieste sulla criminalità organizzata, sui reati finanziari e societari e sui reati contro la pubblica amministrazione. Nei primi anni Novanta ha partecipato all’inchiesta divenuta famosa con il nome di “Mani Pulite”. Successivamente, ha ricoperto altri importanti incarichi, ha scritto numerosi libri di taglio prevalentemente scientifico e partecipato a convegni e seminari.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »