energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Corsi di lingua: a Prato il 60% dei partecipanti è cinese Notizie dalla toscana

Prato – Formazione linguistica e culturale per i genitori immigrati. E’ questo l’obiettivo di 17 corsi per 800 ore complessive di formazione e 297 partecipanti, il 60% dei quali cinese, che hanno puntato sull’insegnamento della lingua italiana, della cultura del lavoro e sulla cittadinanza attiva per raggiungere le famiglie degli studenti stranieri inseriti nelle scuole pratesi.

Il progetto, che sta concludendo il secondo anno di programmazione, è stato progettato e finanziato dalla Provincia con quasi 100 mila euro attraverso il Fondo sociale europeo e ha visto il sostegno di Comuni, scuole e associazioni. Ad attuarlo un nutrito gruppo di partner, dal Centro territoriale permanente, agli istituti Datini, Gramsci-Keynes, Marconi, Rodari, Copernico e San Niccolò, alla Lazzerini, al Consorzio Pegaso e Astirforma.

Lunedì 27 ottobre, alle 11.00, alla scuola dell’Associazione dell’Amicizia dei Cinesi, in via Busoni 16 verrà fatto il punto sull’esperienza e saranno presentati risultati e dati sui partecipanti nel dettaglio. All’incontro partecipano Giusi Cappellini, dirigente del Centro Territoriale Permanente, Franca Ferrara dirigente Area Formazione Istruzione Lavoro della Provincia, Zhang Li presidente dell’Associazione per l’Amicizia dei cinesi, Giacomo Mari assessore del Comune di Poggio a Caiano, Rossella De Masi assessore del Comune di Montemurlo e Stefano Gestri dirigente del Copernico. Conclude Maria Chiara Montomoli dirigente del settore Istruzione e Educazione della Regione Toscana.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »