energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Cosmo”. La personale di Laura Davitti chiude la stagione espositiva a Corpo e Mente di Arezzo Arezzo, My Stamp

AREZZO – Dal 15 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017 il centro benessere “Corpo e Mente” di via Tanucci 21, ad Arezzo, ospita “Cosmo”, mostra di pittura di Laura Davitti a cura di Marco Botti.

È l’ultimo appuntamento di “Sogni ancestrali tra corpo e mente”, un progetto espositivo promosso dall’associazione culturale AltreMenti che ha visto per tutto l’anno artisti di talento esporre nella grande hall e nelle sale del centro benessere, esaltandone la vocazione artistica e poliedrica.

L’inaugurazione, a ingresso gratuito, si terrà giovedì 15 dicembre a partire dalle ore 20 e sarà l’occasione per presentare anche il calendario da tavolo 2017 realizzato dall’artista con una selezione delle sue opere.

Il vernissage di “Cosmo” coinciderà con la ormai consueta “Festa di Natale”a Corpo e Mente. A tutti gli intervenuti saranno offerti un buffet e una degustazione di vini e altri prodotti di Tenute di Fraternita.

opera-2-laura-davittiEvento speciale sarà la performance di Laura Giannini dal titolo “Red Feeling Massage”. Accompagnata dalla musica e applicando manovre avvolgenti e sinuose, Laura dimostrerà come alcuni preziosi panetti da massaggio si sciolgano per nutrire la pelle e alleviare le tensioni, scaldando il cuore e la mente. Il calore della pelle è la chiave di “Red Feeling Massage”, utile a sprigionare sul corpo i pregiati oli delle “red feeling stones”.

Nel corso della serata l’associazione AltreMenti aprirà la campagna tesseramento 2017 e come regalo di Natale a nuovi e vecchi iscritti proporrà, solo per il 15 dicembre, l’occasione di fare la tessera annuale a soli 5 euro. La tessera garantirà la libera partecipazione agli eventi artistici e culturali dell’associazione, nonché la possibilità di usufruire di promozioni del centro benessere “Corpo e Mente” durante l’anno.

LA MOSTRA

Protagonista dell’ultimo appuntamento stagionale con l’arte a Corpo e Mente è Laura Davitti, che propone una nuova serie di opere scandite dal bi-cromatismo rosso/nero che caratterizza da tempo i suoi dipinti a olio. Con questi nuovi lavori la pittrice indaga in profondità se stessa e in generale il significato della vita e la quintessenza che regola il cosmo.

Sono dipinti in cui simboli, spiritualità e filosofie arcaiche, miti antichi, culture lontane si intersecano con storie personali. Così vediamo Urania, musa dell’Astronomia, circondata da pianeti e segni zodiacali, oppure Minerva e l’Amazzone che, nonostante l’indole guerriera, hanno bisogno entrambe di aiuti esterni come un angelo o un oracolo per compiere il loro opera-3-laura-davittidestino.
L’elogio alla spiritualità etrusca cita invece il celebre “Fegato di Piacenza” ma anche la lettura dei fulmini e del volo degli uccelli, l’importanza della natura e dei suoi frutti, la sacralità delle acque e tanto altro.

Torna anche un tema caro all’artista, quello della mano come simbolo dell’operato dell’uomo e del volere divino, così come tornano i ritratti doppi dove gli amanti, raffigurati di profilo – ieratici e statici – si guardano in eterna contemplazione.

A completare il percorso espositivo una serie di acquerelli chinati in cui si distingue l’inedito ciclo delle “Quattro Stagioni” e disegni a sanguigna che hanno come oggetto ritratti, studi di nudo dal vero e copie di maestri del passato.

L’ARTISTA

Laura Davitti è nata ad Arezzo nel 1983 e vive a Monte San Savino (AR).

foto-laura-davittiFin da piccola sviluppa la passione per l’arte grazie alla madre, pittrice autodidatta, e alla zia, nota ceramista. Frequenta l’Istituto d’Arte di Arezzo e quindi si laurea in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Siena.
Dal 2011 svolge l’attività di guida del Palazzo della Fraternita dei Laici di Arezzo, dove è addetta anche alla scenografica ricarica dell’orologio cinquecentesco, alla biglietteria e al bookshop.

Negli anni ha sempre coltivato l’amore per la pittura, portando avanti la sua ricerca personale e partecipando a mostre collettive nel territorio. Dal 2014 frequenta ad Arezzo la scuola di disegno RADAR di Enrique Moya Gonzalez.

Nel 2015 ha esposto con le personali “Inner Arabesque” nel Museo della Fraternita dei Laici di Arezzo e “Sketches” a Europa Power Yoga di Firenze. Nello stesso anno ha partecipato alla collettiva “Madre. Icona, sogno e realtà” alla Galleria Sanlorenzo Arte di Poppi. Nel 2016 ha aderito al progetto espositivo nell’ambito di “ArtWalk”, mostra diffusa lungo Via Cavour ideata da Vi D’A – Villicana D’Annibale.

www.associazionealtrementi.altervista.org

Print Friendly, PDF & Email

Translate »