energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Covid, +3% i nuovi casi, l’appello di Giani: “Vaccinatevi” Breaking news, Cronaca

Firenze – Sono 1.883 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ventiquattro ore in Toscana: 332 sono stati confermati con tampone molecolare e gli altri 1.551 con test rapido. Al momento in Toscana risultano pertanto 36.524 positivi, +3% rispetto a ieri.
Il numero dei contagiati rilevati nella regione dall’inizio della pandemia sale dunque a 1.407.976. I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% (814 persone) e raggiungono quota 1.360.667 (96,6% dei casi totali).
Tra i 237 ricoverati in osepdale,  6 in più rispetto a ieri,  4 (stabili) si trovano in terapia intensiva.
La lista dei decessi si aggiorna con 6 nuovi decessi: 2 uomini e 4 donne con un’età media di 86,2 anni.

Dall’ultimo bollettino quotidiano sono stati eseguiti 1.179 tamponi molecolari e 8.214tamponi antigenici rapidi: di questi il 20% è risultato positivo. Sono invece 2.688 i soggetti testati, escludendo i tamponi di controllo: il 70,1% di questi è risultato positivo. L’età media dei 1.883 nuovi positivi è di 50 anni circa (10% ha meno di 20 anni, 14% tra 20 e 39 anni, 35% tra 40 e 59 anni, 31% tra 60 e 79 anni, 10% ha 80 anni o più).

Intanto, sulle base delle indicazioni del Ministero della salute e visto il perdurare dell’esigenza di contrastare il diffondersi della pandemia da Covid-19, la Regione Toscana ha pubblicato una circolare con cui si proroga dal 1 al 31 ottobre 2022 l’obbligo di indossare le mascherine di protezione da parte dei lavoratori, gli utenti e i visitatori delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, comprese le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistenziali, gli hospice e le strutture riabilitative.  L’obbligo non riguarda i bambini con meno di sei anni, chi presenta patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherine e le persone che devono comunicate con disabilità.  I responsabili delle strutture sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni.

Circa le vaccinazioni, il presidente Eugenio Giani lancia un appello: “Vaccinatevi e fate i richiami”, annuncando in un incontro con la stampa la possibilità per tutti, anche per chi ha meno di sessant’anni o non rientra tra le categorie dei fragili, di prenotare la quarta dose, ovvero la seconda dose di richiamo, a partire da martedì 4 ottobre alle 14 attraverso il portale regionale prenotavaccino.sanita.toscana.it.

“Ci sono dosi di vaccino a sufficienza– spiega -: già oltre trecentomila sono nei magazzini ed altre ne arriveranno settimanalmente, se necessari”. La vaccinazione rimane volontaria. Ma l’invito del presidente è a vaccinarsi: contro il Covid ed anche contro l’influenza, in quei casi dove quest’ultimo vaccino è consigliato. Le due vaccinazioni si potranno anche fare contemporaneamente, per chi lo voglia: dai medici di famiglia. Vaccinarsi serve, secondo il presidente, anche a ridurre il rischio di sovraffollamento negli ospedali e nel pronto soccorso.

Negli ultimi due mesi e mezzo, come emerge dalle statistiche giornaliere, la media settimanale dei contagi si è aggirata attorno ai cinquemila casi. “Siamo a venerdì – dice Giani – e l’andamento di questa settimana ci porterà a quasi diecimila contagi, dopo tre settimane in cui le infezioni, in modo simile al resto d’Italia, sono risalite”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »