energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Covid, partito il primo screening alla media Calvino, nessun positivo Breaking news, Cronaca

Firenze – E’ partito stamattina verso le 11 alla scuola media Calvino di via Maffei, zona Cure,  il primo screening nelle scuole fiorentine. Si tratta di circa 20mila tamponi rapidi (dovevano essere 32mila, ma l’abbttersi della zona rossa li ha abbassati come numero) che dovrebbero essere fatti a tutti gli alunni, dalla scuola dell’infanzia alle medie. Sui 150 tamponi eseguiti stamattina, nessuno è positivo, solo un tampone sarà processato molecoralmente perché per ragioni tecniche non ha dato risultati. il progetto riguarda tutte le scuole, sia pubbliche che private.

“Comincia da qui il primo screening di tutta la popolazione scolastica, Firenze è la prima città d’Italia – dice il sindaco Dario Nardella, presente al via – si tratta di screening che si fanno con tamponi rapidi grazie al lavoro della Croce Rossa, dell’Asl e della Misericordia di Firenze, con i test rapidi si ha il risultato in 15 minuti. Se è positivo, i ragazzi vengono isolato secondo il protocollo, dopodiché, nella stessa giornata, si fa il tampone molecolare, quello che dà la certezza della positività”. Come spiega il sindaco in un video postato suòa sua pagina Fb, “in questo modo si isolano subito i ragazzi positivi, si mette in sicurezza tutta la classe, è un progetto di importanza nazionale, parte a Firenze grazie al sostegno della Fondazione della Cassa di Risparmio di Firenze e al lavoro del comune”.

Inoltre è predisposta una app per gli operatori che consente di monitorare tutto il risulttato. “In questo modo – dice Nardella – miglioriamo la performance della Regione Toscana sul tracciamento, mettendo in sicurezza tutti i ragazzi delle nostre scuole”.

“Un progetto molto importante – commenta, raggiunta a telefono, l’assessore Sara Funaro – che viene incontro a svariate esigenze. Intanto, dà alle famiglie la certezza di avere un risultato rapido e alla scuola quella di poter monitorare tutta la popolazione scolastica superando lo stop and go del tamponamento tradizionale che di fatto blocca l’attività didattica. Inoltre, assolve all’importantissimo tassello della prevenzione, con un tracciamento che dà il quadro anche dell’espansione del virus, consentendo di intervenire con l’isolamento per mettere in sicurezza le strutture famigliari. Infine, come sottolineato dal sindaco, la app in uso agli operatori della Regione consente senz’altro il miglioramento del quadro complessivo dei dati”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »