energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Credit crunch, CreditAgri accreditata dalla Banca d’Italia Economia

Grazie a CreditAgri Italia, l'unico Consorzio fidi in campo agricolo sul territorio nazionale, le oltre 3mila imprese agricole pistoiesi avranno maggiori opportunità di accesso al credito. “500 aziende di Pistoia già ci conoscono” spiega CreditAgri di Pistoia nel commentare la notizia del provvedimento appena raggiunto. Il Consorzio, specializzato nel facilitare il credito agli operatori del settore agricolo, avrà maggiori possibilità di manovra, con conseguenti vantaggi per gli agricoltori italiani. In prospettiva, aggiunge Coldiretti Pistoia, le aziende pistiesi potrebbero avere a disposizione veri e propri sportelli bancari, con personale che conosce le specifiche esigenze delle aziende agricole.

“Solo a Pistoia, negli ultimi due anni sono state circa 500 le imprese che hanno fruito dei servizi CreditAgri Italia: dalla consulenza finanziaria alla concessione di garanzia su finanziamenti – ha dichiarato Isabella Vivaldi, responsabile CreditAgri Italia di Pistoia -. Tecnicamente, con la nuova autorizzazione di Banca d'Italia, avremo la possibilità di fornire direttamente garanzia 'a prima richiesta', oltre a quella sussidiaria – continua Vivaldi  -. Ma quel che conta è il vantaggio per le imprese, sia in termini di ammontare dei finanziamenti, sia in termini di semplificazione delle pratice”.

“In provincia di Pistoia l'agricoltura per ora è il settore che ha meglio retto la crisi, ma non bisogna fermarsi, occorre andare avanti investendo e innovando. In questa fase di stretta creditizia avere al proprio fianco una struttura 'con pieni poteri' come CreditAgri Italia, è molto utile – ha dichiarato Riccardo Andreini, presidente di Coldiretti Pistoia -. Aziende storiche che vivono una temporanea crisi di liquidità e giovani imprenditori (magari senza immobili di proprietà da ipotecare), ma con idee innovative ed efficaci, possono utilmente rivolgersi a CreditAgri Italia per evitare il corto circuito di tarpare le ali a chi ha progetti di sviluppo”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »