energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’assenza di credito rischia di strozzare l’agricoltura Economia

Livelli insostenibili per il credit crunch in capo alle aziende agricole. I dati sono impietosi: oltre la metà delle aziende agricole italiane denunciano difficoltà enormi nell’accesso a finanziamenti e prestiti. Infatti, se i dati del terziario sono preoccupanti con il 37% delle aziende che ottiene meno credito di quello richiesto o non lo ottiene affatto, in agricoltura, come commenta la Cia-Confederazione Italiana Agricoltori la situazione si fa tragica. Infatti, ben due aziende agricole su tre sono gravate da debiti e tre su dieci non riescono più a fronteggiarlo.

Un altro grande "martello" per le imprese agricole è la burocrazia, che ha un impatto sul comparto, secondo la Cia, di oltre 4 miliardi l'anno. Insieme all'aumento dei costi di produzione, fra cui il gasolio agicolo che è raddoppiato in un anno con un onere aggiuntivo di oltre 5mila euro ad azienda  non compensato dall'aumento parallelo dei prezzi sul campo che restano invece non remunerativi, il risultato prodotto è scoraggiante per le aziende: nel primo trimestre dell'anno, ricorda la nota, la perdita di aziende è stata rovinosa: 13.335 imprese hanno chiuso i battenti, pari a – 1,6% del totale delle attività.
Se poi si aggiunge all'assenza di credito il prossimo arrivo dell'Imu, conclude la Cia, il mix rischia di diventare letale per il settore. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »