energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Credito e imprese fiorentine, accordo per l’accesso Economia

Il patto di collaborazione è stato stipulato fra Confcommercio Firenze e Centro Fidi Terziario, il soggetto che aggrega 14 consorzi fidi provinciali fra Toscana, Umbria e Alto Lazio. La finalità è quella di agevolare l'accesso al credito, in tempi di disperante credit crunch, alle imprese fiorentine. Con l'accordo, le imprese associate a Confcommercio Firenze potranno beneficiare dei servizi di Centro Fidi, uno dei più strutturati in Italia, leader in Toscana. Fra i servizi, il più gettonato di questi tempi è quello della “garanzia a prima richiesta” che il Centro Fidi può offrire alle banche per agevolare i finanziamenti grazie al fatto di essere un soggetto “107” vigilato da Banca d’Italia.

Cos'è Centro Fidi. Centro Fidi Terziario è una società di intermediazione per l’erogazione del credito alle piccole e medie imprese di commercio, turismo e servizi. E' nata dalla fusione di 14 consorzi fidi provinciali del sistema Confcommercio di Toscana, Umbria e Alto Lazio più nove istituti di credito (Banca Cr Firenze S.p.a.; Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio S.C.; Banco Popolare S. C.; Cassa di Risparmio di San Miniato S.p.a.; Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.a.; Banca Popolare di Vicenza S. C.; Federazione Toscana Bcc S.c.a r.l., Banca Popolare dell’Emilia Romagna). Il Centro Fidi Terziario è stato il primo a livello nazionale ad ottenere l’iscrizione all’elenco di cui art.107 del Tub (con vigilanza della Banca d'Italia) in grado, dall’agosto 2007, di rilasciare garanzie a prima richiesta e non più sussidiarie.

Le nostre piccole e medie imprese – spiega il presidente di Confcommercio Firenze Jacopo De Rialamentano forte difficoltà in materia creditizia. Per questo, abbiamo ritenuto necessario rivolgerci a Centro Fidi Terziario, che ha tutti gli strumenti per appoggiare direttamente ed efficacemente le nostre associate. Vogliamo raggiungere i 20 milioni di nuova finanza per i nostri soci a partire dalla sottoscrizione di questo accordo, uno dei tasselli più strategici di un più ampio disegno di rilancio e riorganizzazione per cui ho avuto mandato da Giunta e Consiglio di Confcommercio Firenze. E’ una straordinaria opportunità di sviluppo”.

Stefano Morandi, presidente di Centro Fidi Terziario di Firenze, conferma le crescenti difficoltà delle aziende: “Se nel 2010 la percentuale delle imprese in difficoltà a Firenze era del 4,66, ora la percentuale è schizzata al 7,74. Da parte nostra, metteremo a disposizione di Confcommercio Firenze una rete commerciale dedicata. Il valore della nostra garanzia a prima richiesta ci consentirà di rafforzare il peso delle imprese formulando assieme le richieste nei confronti delle controparti bancarie”.

Franco Marinoni, nuovo direttore di Confcommercio Toscana nonché amministratore delegato di Centro Fidi Terziario si dichiara convinto dell'utilità dell'accordo: “L’attivazione di sinergie per gestire la crisi e preparare la ripresa delle aziende toscane è una delle priorità che mi sono dato nell’accettare l’incarico. Sosteniamo l’accordo tra Confcommercio Firenze e Centro Fidi Terziario, un partner solido e affidabile che conosce bene sia le complessità dei nostri settori che il territorio. Saprà dunque venire incontro alle necessità delle aziende fiorentine, come sta del resto già facendo in altre zone della Toscana e dell’Umbria”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »