energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Cresce del 13,5% l’export di vino toscano, recupero mercati storici e boom Cina e Brasile Economia


Continua l’ottima performance del vino toscano all’estero: dopo un 2010 che presentava un molto consolante +45,8%, il 2011 conferma. L’export premia dunque i vini toscani di qualità, confermando il trend positivo, che cresce, nei primi nove mesi dell’anno scorso, di un ulteriore 13,5%.
La notizia proviene da una nota di Toscana Promozione, che rivela che, da gennaio a settembre 2011, la Toscana ha esportato oltre 323,6 milioni di euro in vini di qualità, contro i 285milioni dello stesso periodo del 2010.
La Toscana si aggiudica così la palma di prima regione in Italia per export di vino, con un successo che riguarda tanto i rossi quanto i bianchi. Per i rossi infatti il gradiemtno a livello internazionale è segnato dal +13,8% di esportazione rispetto al 2010, mentre i bianchi incassano un + 9,7%.
''L'export dei nostri vini – spiega il direttore di Toscana Promozione, Stefano Giovannelli – cresce praticamente in ogni paese e in soli due anni abbiamo ampiamente recuperato le quote di mercato perse durante la crisi del 2008-2009''. Secondo Giannelli ''il consolidamento negli Stati Uniti e nei mercati storici del nostro vino è un dato estremamente positivo da registrare però anche le ottime performance di paesi come la Cina o il Brasile''.
Eccoli, dunbque, i mercati “nuovi” che entrano nel panorama dell’export toscano alla grande: l'export di vini rossi verso il mercato cinese ''è passato, in un anno, da 1,8 milioni di euro del 2010 ai 4,3 del 2011 mentre, per quanto riguarda i bianchi, la Cina è oggi il nostro terzo paese di sbocco quando, nel 2007, era al decimo posto. Lo stesso vale per il Brasile – conclude Giovannelli – dove le vendite dei nostri rossi sono salite del 54%''. Nel 2012, Toscana Promozione preannuncia un investimento di circa 1,6 milioni di euro per la promozione del vino e ha in programma 24 iniziative in tutto il mondo. Primo appuntamento in agenda: il Buy Wine, workshop internazionale che si terrà alla Stazione Leopolda di Firenze a febbraio e a cui parteciperanno 200 buyer provenienti da tutto il mondo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »