energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Cresce la diseguaglianza economica Economia

Per l’ economista francese Thomas Piketty è da tempo che la diseguaglianza  economica non è mai stata così forte. E’ questo il tema centrale del suo libro « Le capital au XXI siècle » che é diventato un best seller mondiale.  Una tesi che continua a far discutere. Ora un sondaggio per il giornale « Challenges” sembra andare nella sua direzione:  la maggioranza dei francesi, oltre sei su dieci, ritiene che con il socialista Francois Hollande all’Eliseo le disuguaglianze hanno ripreso ad aumentare.

Solo il 9% ritiene che siano diminuiti mentre il restante 30% le ritiene invariate. Un’ulteriore conferma si é aggiunta poche ore con un altra inchiesta, pubblicata sempre dalla stessa testata, secondo cui non ci sono mai stati tanti miliardari in Francia. I paperoni d’oltralpe sono diventati 67, 12 in più`dell’anno scorso. In un anno i  principali 500 patrimoni del paese hanno raggiunto i 390 miliardi di euro, in progressione del 15% proprio in un anno in cui la crisi si fa ancora amaramente sentire sui ceti medi e bassi. Nel 1970, ricorda Pïketty l’1% della popolazione deteneva il 23% della ricchezza nazionale. Oggi ne detiene il 25%.

La maggioranza dei francesi, anche quelli di destra, ritiene che la patrimoniale che in Francia non vada abolita. Sono complessivamente due si tre a ritenerla uno strumento di equità . A sinistra la percentuale sale all’83% mentre a destra si attesta al 52%. Tre quarti dei francesi inoltre non vedono schiarite sul fronte della situazione economica. Sono sempre più numerosi a nutrire sempre meno fiducia nell’avvenire economico del paese sempre. Un livello di fiducia sempre più basso (-5 punti rispetto  a maggio e -2 rispetto a giugno) e destinato a restare tale con una crescita ‘molle’ e una disoccupazione destinata a rimanere alta ancora per un po`.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »