energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Crisi Cft, passa mozione di Sì-Toscana a Sinistra per garantire gli stipendi Breaking news, Cronaca

Firenze – Via libera dall’aula alla mozione presentata dai consiglieri Tommaso Fattori e Paolo Sarti di Sì-Toscana a Sinistra, che prende in esame la grave crisi aziendale della Cooperativa fiorentina trasporti (Cft), tra i principali soggetti che operano nel settore della logistica integrata, nonché una delle più importanti realtà economiche della Toscana, con oltre 2100 soci lavoratori. Nel testo si impegna la Giunta ad attivare, nell’ambito delle proprie competenze, tutte le azioni e gli strumenti istituzionali per garantire “il pagamento delle retribuzioni e delle spettanze maturate, anche con riguardo ai lavoratori cessati, e il rispetto delle normali scadenze delle prossime retribuzioni”. La mozione chiede anche interventi “per un positivo sviluppo della vertenza in corso e per la salvaguardia dell’attuale livello occupazionale, con l’obiettivo di preservare una realtà importante per l’economia toscana”. 

Vista la grave crisi aziendale, la Cft ha presentato al Tribunale di Firenze una domanda di concordato in bianco e l’assemblea della cooperativa ha recentemente approvato un piano di rilancio industriale con riduzione del personale di 60 unità e la rinuncia alla quattordicesima mensilità da parte di tutti i lavoratori; il piano prevede anche la vendita degli immobili rimasti, lo snellimento della struttura e la rivisitazione dell’organizzazione. Il rilancio – affidato all’intervento di Unicoop Firenze e Legacoop Toscana – metterà a disposizione della Cft oltre 16milioni di euro, si legge nel testo della mozione. Il piano di ristrutturazione prevede anche 18milioni di investimenti per lo sviluppo organizzativo e tecnologico e il rinnovo della flotta di camion della cooperativa, che si occupa principalmente di trasporto, movimentazione e magazzinaggio.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »