energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Crisi dell’editoria toscana: nuovo incontro a gennaio 2013 Notizie dalla toscana

L’assessore regionale alle Attività produttive, lavoro e formazione, Gianfranco Simoncini, ha incontrato nella mattina di oggi, venerdì 28 dicembre, i rappresentanti sindacali dei giornalisti toscani e quelli dell’Associazione Stampa Toscana per fare il punto sulla crisi del settore. Dall’incontro sono emerse alcune proposte per il futuro del giornalismo toscano: un codice di autoregolamentazione per definire i criteri per l’impiego delle risorse pubbliche nel settore dell’informazione e della comunicazione, sulla base di regole chiare e trasparenti, ma anche una proposta di revisione dell’attuale normativa sull’erogazione dei contributi pubblici all’emittenza radiotelevisiva. «E’ innegabile che la transizione tecnologica al digitale abbia prodotto rilevanti conseguenze sul lavoro, così come è innegabile che in questa fase le risorse pubbliche tendano a ridursi – ha spiegato Simoncini – ma proprio per questo è importante che siano impiegate al meglio, in accordo con le regole e con i diritti del lavoro, e per promuovere buona impresa e buona informazione». L’incontro  ha consentito di fare un primo bilancio sugli stati di crisi e sulla realtà del lavoro precario e autonomo nelle redazioni giornalistiche, anche in relazione all’approvazione della legge nazionale sull’equo compenso giornalistico. Fra i temi affrontati anche l’esigenza di una verifica sull’utilizzo dello strumento dei tirocini nel settore. Anche in considerazione dei molteplici aspetti e delle molteplici competenze richiamate da questo settore, l’assessore Simoncini ha assicurato il suo per la promozione di un tavolo di crisi dai primi di gennaio. “Questo – ha concluso– anche  in relazione alle conseguenze che la crisi dell’editoria riveste per la vita democratica e il pluralismo nella nostra regione”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »