energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Crisi: il crollo della fiducia dei consumatori pesa sullo shopping natalizio Economia

Il crollo della fiducia dei consumatori al minimo a oltre 16 anni pesa sullo shopping natalizio per regali, cibo e divertimento che è stimato in calo del 3,7%, con effetti negativi sulle opportunità di ripresa dell'economia. E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dell'indagine “Xmas Survey 2012” di Deloitte in riferimento al calo dell’indice di fiducia dei consumatori a novembre a 84,8. Se negli Stati Uniti l’andamento delle vendite di Natale è iniziato con un “black Friday” che ha fatto segnare un calo delle vendite dell'1,8% per 11,2 miliardi di dollari, secondo l’Istituto di ricerca Shoppertrack, le prime indicazioni – sottolinea la Coldiretti – non sono positive neanche in Italia per quel 30% che effettua le spese delle feste già prima del mese di dicembre per evitare file e cercare di risparmiare. La situazione di crisi ed il contenimento delle tredicesime favorisce un clima di sfiducia che – precisa la Coldiretti – porta a una riduzione della spesa complessiva che penalizza soprattutto i regali che subiscono un taglio record dell’8,6% ed i divertimenti (-0,3%) mentre tiene l’acquisto di cibo (+2,1%). Anche in tavola tuttavia crollano le mode esterofile del passato pagate a caro prezzo come champagne, caviale, ostriche, salmone o ciliegie e pesche fuori stagione a favore dell’aumento di prodotti Made in Italy magari a chilometri zero. Saranno stappate il 24% in meno di bottiglie di champagne, ma calano caviale e succedanei del 12% mentre tende a scomparire anche la frutta esotica con ananas, manghi, avocado e datteri in calo del 12%, sulle base delle tendenze emerse dalle elaborazioni Coldiretti su dati Istat relativi alle importazioni nei primi sette mesi dell’anno. Si assiste – conclude la Coldiretti – ad una fortissima attrazione verso la riscoperta del legame con i prodotti del territorio che si esprime sempre di più attraverso la preparazione delle ricette del passato che nonostante i profondi cambiamenti negli stili di vita rimangono fortemente radicati nella popolazione.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »