energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Crisi, il ritorno dei ladri di polli Cronaca

Tornano i ladri di polli, e non è un bel segnale per il nostro Paese. Giù il rating delle agenzie internazionali (Fitch passa l'Italia da AAA- a BBB+), su la disperazione della gente. Che si tocca con mano nell'aumento e nel cambio della natura dei furti. Salami, carciofi, arance, mimose, vasi di fiori al cimitero, legna da ardere, polli e tacchini: ecco gli oggetti che costituiscono le prede dei nuovi ladri italiani. A segnalarlo, Coldiretti, che sottlinea il boom di piccoli furti nei primi mesi del 2013.

Il segnale preoccupante, come si legge in una nota dell'associazione, "viene dal bilancio delle festività di fine anno in cui è salito alla cifra record di 689 milioni di euro il valore dei prodotti, alimentari e non, rubati nei supermercati".
Coldiretti chiede il rafforzamento della vigilanza e controllo sul territorio,  ma è di tutta evidenza che il problema vero non risiede nelle attività delle forze dell'ordine.

L'aumento dei furti di "polli" (genericamente intendendo tutto ciò che serve poco più che alla sussistenza vitale) è del +3,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
"Un segno dei tempi in un Paese come l'Italia dove – sottolinea la nota – la spesa per l'alimentazione raggiunge quasi il 19 per cento del totale ed è la seconda voce del budget familiare dopo l'abitazione. Se da una lato aumentano gli sfratti e le vendite di case all'asta, dall'altro le difficoltà economiche hanno modificato il profilo dei nuovi ladruncoli e anche i loro obiettivi con la crescita di attenzione verso prodotti di base, a partire da quelli alimentari che spariscono dalle aziende agricole fino ai supermercati".

Insomma, furti in tutta la catena alimentare fino al ritorno concreto dei veri ladri di polli, stando alle segnalazioni sempre più numerose dei coltivatori- allevatori. Esempi? Eccoli, direttamente da Coldiretti: "Numerose segnalazioni confermano il ritorno dei ladri di polli come in un piccolo allevamento nella zona di Voghera in provincia di Pavia dove scompaiono ripetutamente le galline o nell'agriturismo Sant'Anna a Paese in provincia di Treviso dove sono stati rubati due tacchini e un gallo mentre sei tacchini sono stati fatti sparire in un allevamento a Ferrara".

Print Friendly, PDF & Email

Translate »