energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Critiche dall’opposizione alle dichiarazioni di Rossi in Consiglio regionale Politica

Dopo l'intervento del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, sulla sanità toscana, nell'aula del Consiglio regionale si è acceso un intenso dibattito che ha visto i consiglieri del Pd difendere l'operato della Giunta regionale e l'opposizione passare al contrattacco. Paolo Bambagioni, Marco Ruggeri e Rossana Pugnalini (Pd) hanno ricordato che è stato lo stesso Governatore a segnalare il buco di bilancio dell'Asl di Massa e che, nonostante questo deficit, il sistema sanitario toscano è stato in grado di reggere il contraccolpo. Segno, questo, che, a loro modo di vedere, dimostra la solidità della sanità messa in piedi da Rossi quando ricopriva l'incarico di assessore regionale. Se è stato in grado di tenere nonostante lo scossone massese, insomma, il sistema sanitario toscano non è tutto da buttare, hanno sostenuto i consiglieri del Pd. Di tutt'altro avviso, però, i consiglieri dell'opposizione. Il gruppo Pdl, in particolare, ha espresso le sue critiche alle dichiarazioni del Governatore con gli interventi di Paolo Enrico Ammirati, Stefano Mugnai, Nicola Nascosti, Stefania Fuscagni ed Alberto Magnolfi. Rossi, hanno spiegato i consiglieri Pdl, continua a parlare di un sistema sanitario toscano di eccellenza, senza ammettere che ci sono dei problemi anche e soprattutto a causa della vicenda della Asl di Massa. "Se pensiamo di essere i migliori, c'è davvero da preoccuparsi", ha dichiarato il consigliere Fuscagni. Le risorse per la sanità sono state tagliate a livello nazionale come ricordato dal presidente Rossi, ha spiegato il consigliere Nascosti, ma non va dimenticato che sul bilancio della sanità regionale pesa la "voragine dell'Asl di Massa". Il Governatore si ostina a difendere con le unghie e con i denti una sanità che sta crollando, ha dichiarato invece il consigliere Ammirati. La nomina di Luigi Marroni a sostituto della dimissionaria Daniela Scaramuccia, ha concluso invece il consigliere Mugnai, è la nomina di un tecnico al posto di un tecnico e dimostra la volontà di Rossi di mantenere il controllo politico della sanità toscana. Critiche alle dichiarazioni di Rossi anche dal gruppo Udc. Il consigliere Marco Carraresi, ha spiegato che, a suo modo di vedere "la sanità toscana da dieci anni ha un solo padre padrone, il presidente Rossi". Il capogruppo Udc, Giuseppe Del Carlo, è invece tornato a sostenere la proposta di legge presentata dal suo gruppo consiliare che prevede che sia la Commissione Sanità del Consiglio regionale a dover esprimere un parere sui bilanci delle Asl. Proposta che, però, è stata criticata sia dai consiglieri del gruppo Idv che da Gian Luca Lazzeri (Lega Nord Toscana).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »