energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cultura: nascerà una Fondazione Patrimonio Unesco Toscana Cultura

Firenze – Una Fondazione Patrimonio Unesco Toscana alla quale affidare tutti i siti Unesco “con l’obiettivo di fare sistema e quindi concentrare in maniera organizzata tutta la gestione e la sovrintendenza di questi beni e fare dunque anche economia di gestione”. Questa la proposta presentata oggi ufficialmente dal presidente della Commissione nazionale dell’Unesco Giovanni Puglisi al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “La Toscana è un caso emblematico e singolare perché è l’unica regione al mondo che nel suo piccolo territorio assomma una quantità unica di beni culturali riconosciuti dall’Unesco – ha detto Puglisi –  E’ un gioiello perché mette insieme dei beni storico artistici  insieme a beni paesaggistici e a quelli che fanno parte della memoria del mondo”.

Da qui l’idea di creare una Fondazione sul modello di quello funzionante in Sicilia, regione nella quale la Fondazione è costituita dalla Regione e dalla Commissione nazionale italiana per l’Unesco.  “In questo modo – ha aggiunto –  invece di disseminare la gestione nella Regione,  nei Comuni,  nelle Sovritendenze e nelle Archidiocesi creiamo  una opportunità  unica per fare sistema rigorosamente di questo eccezionale patrimonio e farlo diventare anche volano promozionale, anche per sostenere le candidature delle eccellenze dei territori e dei luoghi della regione alla lista dei patrimoni dell’umanità presso il segretariato di Parigi”. Fra le candidature presentate ci sono le luminarie di Pisa e il Carnevale di Viareggio. Poprio il 19 marzo la Commissione nazionale dell’Unesco si riunirà a Roma per decidere sulle candidature da mandare a Parigi per il patrimonio immateriale 2016, fra cui appunto le luminarie di Pisa oltre all’arte dei pizzaioli napoletani.

Rossi ha accolto la proposta annunciando che la Regione si metterà subito al lavoro “per individuare il modo con cui strutturare questa fondazione e parlare con tutti gli enti locali interessati, perché è un passaggio decisivo per il personale e per la conduzione della Fondazione quello di fare sistema e coinvolgere gli enti locali per dare vita a un ufficio regionale che finirà per mantenere e gestire ancora meglio, promuovere e rafforzare la Toscana nelle sue candidature a diventare patrimonio dell’Unesco”. Tutto questo sarà un volano per la valorizzazione del nostro patrimonio e “anche per il lavoro perché significa attrarre interesse, investimenti e turisti”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »