energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Mediterraneo: culture, popoli e problemi al Forum per i diritti umani Cultura

Due settimane dedicate alla cultura e ai problemi delle popolazioni che vivono nell'area mediterranea, raccontata attraverso storie, fotografie, video ed incontri. E' questo il programma del 2° Forum sui diritti umani, dal titolo "Il Mediterraneo, parliamone", organizzato da D.E.Apress, Unocultura, Africamondo ed Habitat Ecovillaggio, che si terrà a Firenze presso la Facoltà di Lettere e Filosofia (Piazza Brunelleschi 4) dal 23 gennaio al 3 febbraio. Gli appuntamenti del Forum saranno inaugurati lunedì 23 gennaio, a partire dalle ore 19.00, con la mostra fotografica "Mediterraneo", curata dai fotoreporter di DEApress. Oltre ad interessanti proiezioni, come i video prodotti dall'Associazione di Promozione Sociale Interetnica "Quelli del Bazar",  ed il film "Il leone del deserto" (1981), del regista siriano Moustapha Akkad, che saranno trasmessi rispettivamente mercoledì 25 gennaio e mercoledì 1 febbraio alle ore 17:30, il Forum darà spazio anche al mondo della moda, con l'happening "Vestiti Migranti", fissato per giovedì 26 Gennaio alle ore 18:00, a cui parteciperà Luloloko, pittore del Kinshasa (R.D. Congo) che crea arte etnica richiamandosi ad antichi racconti tribali. Da non perdere anche gli incontri con il poeta esule iracheno Hasan Atiya Al Nassar, che interverrà al Forum lunedì 30 gennaio alle ore 17.30, e con lo scrittore Mamadou Ly, relatore del convegno "Fra tragedia e speranza, quale futuro per l'Africa?", previsto per giovedi 2 febbraio alle ore 17:30. A chiudere il ciclo di eventi del Forum, a cui si può partecipare gratuitamente, sarà la proiezione del video sul "Sahara Occidentale", fissata per venerdì 3 febbraio alle ore 17.30. Inoltre, durante le due settimane del Forum sarà in corso un'altra interessante iniziativa: in onore del Prof. Pio Baldelli, sostenitore di una "comunicazione libera" e della "controinformazione", verrà infatti lanciata una campagna di adesione per creare un'agenzia di “Libera ricerca”, da realizzare in collaborazione con il Centro studi D.E.A , per il finanziamento di una casa editrice indipendente che pubblichi piccole, ma importanti, tesi di valore sociale.  

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »