energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cuore e orgoglio viola stendono il Genoa, rush finale per l’Europa Sport

Firenze – Ancora una grande prova della Fiorentina che contro il Genoa ha colto un’impotante vittoria in rimonta e in trasferta, tutta cuore e carattere, per tre punti che la confermano sempre di più in zona Europa League.

Un successso sofferto, ottenuto con il coltello tra i denti, conquistato superando anche l’incubo Pepito Rossi che comunque il suo gol dell’ex è riuscito a segnarlo. Da applausi questa Fiorentina non bella, che lotta senza arrendersi mai, che ha concesso poco agli avversari e che ha sfruttato al meglio le occasioni che gli sono capitate.

Fiorentina che è partita bene e che ha colpito proprio quando il Genoa stava prendendo il sopravvento. Proprio quando il Genoa con il tanto atteso ex Pepito Rossi, scampato il pericolo di un bel tiro di Badelj deviato da Perin, al 23’ ha avuto l’occasione di battere Sportiello facilmente di testa sbagliando però la mira.

Un errore pagato caro perché dalla parte opposta l’altrettanto tanto atteso ex Simeone ha messo lo zampino nel gol dei viola quando al 43’ ha fornito un assist che Benassi non ha sbagliato insaccando.

Nella ripresa nel Genoa via Rosi e dentro Pandev che per poco non è riuscito a segnare al 5’ per un errore di Sportiello. Il Genoa ha continuato a premere sull’acceleratore, ha buttato dentro Bessa per Veloso al 59’ mentre Pioli metteva Dabo per Badelj al 62’. Tutto inutile perché è stato proprio Rossi, a 4 anni dal gol in A, a segnare.
Un minuto dopo però la Fiorentina ha avuto la palla giusta per tornare in vantaggio ma è stato il palo a dire di no a Dabo. Al 66’Sonara è uscito per Eysseric ma è il Genoa che oramai ha preso il pallino del gioco in mano e al 68’ con Lapadula ha raddoppiato e al 70’ ha gettato al vento il terzo gol.

La Fiorentina però non ha mollato e anche approfittando del rosso a Pandev è andata vicina al pari con Chiesa il cui tiro vincente è stato deviato da Spolli. Dentro Falcinelli per Gaspar al 75’ e la scelta di Pioli è stata ancora vincente perché un minuto dopo è arrivato il pari d Eysseric.

È la Fiorentina ora ad avere il sopravventò e allo 80 è stato Dabo a portare ancora la viola in vantaggio. Poi è stato Perin, in più di una occasione, a opporsi alle inizitive di Falcinelli e di tutta la Fiorentina che ha resistito fino in fondo salvando anche sulla linea.

Genoa – Fiorentina 2-3

 

GENOA: Perin, Spolli, Bertolacci, Biraschi, El Yamiq, Rosi, Lazovic, Veloso, Medeiros, Rossi, Hiljemark. A disp. Lamanna, Zima, Cofie, Lapadula, Taarabt, Rossettini, Galabinov, Pandev, Bessa, Omeonga, Zukanovic.
All. Ballardini

FIORENTINA: Sportiello, Gaspar, Milenkovic, Pezzella, Biraghi, Veretout, Badelj, Benassi, Chiesa, Saponara, Simeone. A disp. Dragowski, Cerofolini, Dabo, Hristov, Olivera, Cristoforo, Eysseric, Falcinelli, Gil Dias, Thereau.
All. Pioli

Arb: Manganiello

Reti: al 43’ Benassi, al 63’ Rossi, al 68’ Lapadula, al 76’ Eysseric, all’80’ Dabo
Espulso Pandev. Amm: Bertolacci, Badelj, Gaspar, Spolli, Biraghi, Saponara, Dabo, Chiesa

Print Friendly, PDF & Email

Translate »