energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Da domani al via la nuova banconota da 20 euro a prova di falso Economia

Firenze – Da domani sarà in circolazione la nuova banconota da 20 euro. Dopo i nuovi tagli da 5 e da 10, introdotti a partire dal 2013, la BCE procede con l’opera di progressiva sostituzione del denaro cartaceo europeo immettendo il nuovo foglio da 20.

La nuova banconota presenterà gli stessi disegni della prima serie, ispirati al tema “Epoche e stili”, e gli stessi colori dominanti. Nuove, invece, saranno le caratteristiche di sicurezza. Tra i più usati – e, insieme alla banconota da 50, tra i più contraffatti – il nuovo foglio sfida i falsari con innovazioni che lo rendono, secondo il giudizio della Banca d’Italia, tra i più sicuri contro i tentativi d’imitazione. Le modifiche sulla sicurezza rappresentano infatti la vera novità: la nuova banconota, a differenza dei tagli minori già circolanti, avrà tratti in rilievo percepibili al tatto e un ologramma a prova di cloni, che raffigura il volto di Europa all’interno di una finestra, visibile in controluce oltre che da ogni faccia del foglio. Tre, dunque, le azioni per verificare l’autenticità della nuova banconota da 20 euro, che per dimensioni rimarrà uguale a quella della prima serie: toccare, guardare, muovere.

Toccare: il foglio non è liscio. Sui margini destro e sinistro vi sono elementi stampati in rilievo, linee oblique ottenute con la tecnica della calcografia, stampate su materiale derivato dal cotone purissimo. Misura che va incontro anche agli ipovedenti, le linee sono chiaramente percettibili al polpastrello.

Guardare: il cuore della novità sta nel ritratto di Europa, inserita in una finestra nella parte superiore del lato destro e nella cifra del valore, elementi visibili tanto di faccia quanto in controluce. Si potrà notare anche il filo di sicurezza, con il simbolo dell’euro e la cifra del taglio stampati in micro-scrittura da 9 millimetri.

Muovere: muovendo la banconota è possibile notare il colore cangiante del taglio, in basso a destra, che passa dal verde smeraldo al blu. Sullo sfondo del ritratto d’Europa e della cifra, invece, la banconota autentica rileverà dei cerchi concentrici.

Presentata stamattina da Luisa Zappone, direttrice della sede fiorentina della Banca d’Italia, e da Alfredo Arena, responsabile della gestione del contante, la nuova banconota da 20 euro, che sostituirà i 6 miliardi di esemplari circolanti in Europa, è appositamente studiata contro i falsificazione, di cui l’Italia “gode” il primato del podio europeo. Su 17 miliardi di banconote (di tutti i tagli) circolanti, soltanto nell’ultimo anno sono stati ritirati 800mila esemplari sospetti, la maggior parte dei quali – in proporzione – di produzione nostrana. Inevitabile, quindi, innovare in sicurezza, con tecniche ad oggi sconosciute ai falsari. Tra le novità minori del nuovo foglio, un aggiornamento della cartina europea – che tiene conto degli ingressi nell’Unione di Malta e Cipro – e la scritta “Euro”, che compare adesso anche in caratteri cirillici, oltre all’acronimo della BCE che passa dalle cinque alle nove varianti linguistiche. La BCE procederà alla sostituzione di tutti i tagli, secondo l’ordine crescente del valore fino ad oggi seguito. La prossima sarà quindi la volta della nuova banconota da 50, in circolazione a partire dal 2017.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »