energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Da Prato un aiuto per tutelare l’antica Gerusalemme arabo-cristiana Cronaca

Prato – Le case più antiche di Gerusalemme vengono salvaguardate e sono ancora abitate anche grazie all’impegno dei pratesi dell’associazione “Pro Pace in Terrasanta”. Poche settimane fa una delegazione dell’associazione si è recata a Gerusalemme nell’ambito del programma di solidarietà e cooperazione con i francescani della Custodia di Terrasanta, attivo ormai da qualche anno. Nel corso del tempo sono stati consegnati a padre Ibrahim Faltas, economo della Custodia e responsabile delle relazioni internazionali, circa 40 mila euro , raccolti attraverso iniziative locali, a sostegno del progetto: “Pietre Vive”. Queste risorse vengono utilizzate per il recupero delle case del quartiere cristiano di Gerusalemme con l’obiettivo di mantenere in loco la popolazione autoctona arabo-cristiana che, altrimenti, dovrebbe abbandonare la città vecchia.

“Pro Pace in Terrasanta” continua in questo modo la sua opera a sostegno delle popolazioni della Palestina che soffrono maggiormente per la situazione di conflitto ormai a carattere permanente che vige  in quella realtà del mondo.

La  missione è stata anche l’occasione per visitare il cantiere dei restauri della Basilica della Natività di Betlemme che vede protagonista il pratese Giammarco Piacenti, guida speciale al cantiere di restauro dei mosaici. Un’opera che resterà nella storia della cultura universale e che valorizza la qualità e la professionalità presenti nella nostra città.

La delegazione era composta da don Luigi Milesi, Bianca Bianchi, Fabio Giovagnoli, Lorenzo Frasconi, Tiziana De Col, ,Maurizio Bellini, Paola Neri, Paolo Bellini, Paolo Finocchi, Annamaria Bianchi, Carola Holmann, Maria Campolo, Renzo Gelsomini e Sara Pasquini,

Print Friendly, PDF & Email

Translate »