energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Danilo Massai presidente del Collegio Ipasvi Firenze – Pistoia Cronaca

Firenze – Sono stati ufficialmente nominati i membri del Collegio Ipasvi Firenze – Pistoia. A seguito delle elezioni, che hanno visto una grande partecipazione, è stato convocato il primo Consiglio Direttivo che ha incaricato presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere del nuovo maxi ente a cui fanno capo infermieri, assistenti sanitari e infermieri pediatrici delle due province. Il più grande collegio del Centro Italia con i suoi 10.000 iscritti, è pronto a mettersi al lavoro per affrontare questioni cruciali per la professione come l’aiuto ai giovani che si affacciano sul mondo del lavoro, l’istituzione dell’infermiere di comunità, la definizione di standard professionali e organizzativi.

Ecco i nomi. Il Collegio Direttivo ha nominato come presidente Danilo Massai, come vice presidente David Nucci mentre l’incarico disegretaria è stato affidato a Cinzia Beligni e quello di tesoriere a Stefania Passini. Il loro lavoro sarà affiancato da quello dei undici consiglieri: Luca Bartalesi, Daniele Ciofi, Daniela Gavazzi, Filippo Mosti, Corinna Pugi, Roberto Romano, Francesco Rossi, Giampaolo Scarselli, Mariaflora Succu, Marco Tapinassi e Fabio Valente. Nominato anche il Collegio dei Sindaci Revisori: il presidente è Francesca Vacchina, gli altri membri Chiara Biagini e Michela Camporeale oltre ad Enrico Dolabelli in qualità di componente supplente.

Il Consiglio Direttivo sarà in carica per il triennio 2018/2020 e fra i suoi principali obbiettivi si pone quello di attuare politiche per i giovani professionisti, per facilitarne l’inserimento nel lavoro, assicurare loro una formazione post laurea certificata e la tutela nella libera professione. Poi c’è l’impegno per l’istituzione dell’Infermiere di Famiglia-Comunità: ogni famiglia dovrà avere un infermiere di riferimento che accompagni la persona assistita nei percorsi di cura dal domicilio all’ospedale e viceversa. Infine il Consiglio lavorerà perché vengano istituiti criteri e standard professionali e organizzativi al fine di assicurare alle persone sicurezza nelle cure e agli infermieri qualità nel lavoro.

 

Foto:  Danilo Massai e David Nucci

Print Friendly, PDF & Email

Translate »