energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Dante e l’albero di Penone Cultura, Foto del giorno

Firenze –  Nella data del capodanno fiorentino, il 25 marzo, che coincide con Dantedì, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, istituita dal Ministero della Cultura lo scorso anno, in Piazza della Signoria sarà installata un’opera di Giovanni Penone, “Abete”, alta circa 22 metri.

L’installazione anticipa la mostra “Alberi In-Versi “di Penone che avrà luogo dal primo giugno al 12 settembre presso le Gallerie degli Uffizi. L’esposizione, che si svolge nell’ambito delle celebrazioni del settecentesimo anniversario della morte di Dante, unifica gli alberi cari alla poetica di Giuseppe Penone al tema “albero che vive de la cima” (Dante, Paradiso, 18: 28-30).

L’albero che sarà esposto in Piazza della Signoria sarà la più alta tra le sculture ospitate nelle piazze e nei luoghi pubblici del centro storico di Firenze.

L’albero, per l’artista torinese, rappresenta il rapporto dell’uomo con la natura. Un rapporto che viene meno nelle grandi città o, nelle metropoli, è relegato in spazi delimitati. Gli alberi nudi di Penone vogliono alludere al rispetto della natura, estendendo il concetto di vita dal mondo animale a quello vegetale e minerale. Esprime anche il luogo dove si incontrano il mondo corporeo e quello concettuale, la materia e l’idea.

Scrive il Sommo Poeta:

“… in questa quinta soglia

dell’albero che vive della cima,

e frutta sempre, e mai non perde foglia

(Dante, Paradiso, 18: 28-30)

Naturalmente l’Albero rovesciato è l’allegoria della linfa celeste che nutre e vivifica tanto che nessuna foglia cade. – Afferma Claudia Di Fonzo, filologa dantesca e direttore scientifico del prossimo convegno “Allegorie dantesche” – Eliade, lo storico delle religioni, afferma che l’albero rovesciato le cui radici sono rivolte in alto e la cui fronda solo le sfere celesti con i beati, è l’albero rovesciato della tradizione mistica ebraica della Zohar dell’Albero della Vita e di quella araba dell’Albero della Felicità”.

L’evento, organizzato dalle Gallerie degli Uffizi, è copromosso dal Comune di Firenze e realizzato in collaborazione con l’Associazione Continua. All’installazione dell’albero, il 25 marzo, saranno presenti il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l’assessore alla Cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi, il consigliere di amministrazione delle Gallerie degli Uffizi Valdo Spini.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »