energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Danza e musica nei parchi e ville storiche della metrocittà Spettacoli

Firenze – Terza edizione di Dance4Gardens, una rassegna di danza e musica, che coinvolge giovani artisti chiamati a creare performance originali e itineranti, concepite per cortili e Ville storiche della Città metropolitana di Firenze.

La rassegna è stata realizzata dalla Compagnia Simona Bucci e dalla Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee. La direzione artistica della manifestazione è firmata da Simona BucciRoberto Lori e Maurizia Settembri.

Il progetto che ha al suo attivo già due edizioni di successo si fonda sul tema della memoria, esplorata dal punto di vista personale, storico e collettivo, e declinata dai vari artisti coinvolti secondo lessici e pratiche corporee performative personali diversi, in un confronto molto vivido e stimolante.

La memoria, come “cultura del ricordo”, è dovere sociale indispensabile per mantenere vive le comunità, elemento centrale nell’affermazione e nella tutela dei diritti acquisiti nell’arco della storia,  ed  allo stesso tempo è sorgente per nuovi pensieri inclusivi e contemporanei.

DANCE4GARDENS nasce per valorizzare e far rivivere la natura storica e identitaria dei luoghi prescelti, utilizzando i linguaggi multidisciplinari della contemporaneità, e coinvolgendo il cittadino in una riflessione attiva sulle ricchezze del territorio che attraversano il vissuto individuale e comunitario.

Gli artisti in gioco danno vita ai concept  attraverso  un dialogo costante con le location  individuate ed i loro lavori site specific si fondono con le memorie di ciascun luogo per farne materiale scenico.

Sono: Giovanfrancesco Giannini, Fabio Novembrini, Valentina Zappa, Simona Bucci, Anna Balducci, Francoise Parlanti, Luca Campanella, Roberto Lori, Eleonora Chiocchini e Daniele Di Bonaventura.

GLI SPETTACOLI

 MEMORIES_an archive of gestures (primo studio)

Memories an archive of gestures è una riflessione sull’incontro, sulla possibilità di affidarsi all’altro e riconoscersi in un punto comune presentando la propria diversità. Il lavoro è nato in seguito al progetto “Crossing the sea” (programma per l’internazionalizzazione dei giovani artisti, promosso dal MiBACT) in collaborazione con SETA Agency di Hong Kong e Er Gao Dance Production di Guangzhou (Cina).

In una negoziazione con la memoria, con il suo consolidarsi e stratificarsi nei corpi, la coreografia dialoga con l’oblio, con le dinamiche di resistenza verso esso ma anche con lo spazio lasciato dal suo diritto.

Il corpo qui è inteso come corpo politico che assorbe e restituisce i segni del presente, rispondendo a quelle forze che mirano ad amplificare la paura del diverso, alimentando razzismo e xenofobia.

Il progetto mira a verificare coreograficamente se una nuova globalizzazione positiva basata sullo scambio tra culture e visioni sia possibile e se la danza può essere testimone di nuovi spiragli di umanità.

Un progetto di Giovanfrancesco Giannini, Fabio Novembrini, Valentina Zappa, che vede la collaborazione e co-produzione di Compagnia Simona Bucci, Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, Compagnia Ariella Vidach, Compagnia Korper, con il supporto di SETA Agency (Hong Kong) e il contributo dell’artista cinese Dianling Zhang.

CADREGA

Ideazione di Simona Bucci.

Presenze evocatrici di memorie passate e future. Memorie intime e collettive.

Tre sono le creazioni riunite sotto il titolo Cadrega che  dopo aver abitato i sotterranei del Museo di arte sacra di Certaldo, vanno  in scena nelle stanze del Museo Enrico Caruso di Lastra a Signa.

Anna Balducci indaga sull’idea dell’incertezza: del futuro, del cambiamento, della vita.

Francoise Parlanti si spinge verso la ricerca dell’armonia e disarmonia. Dell’ideale e della disillusione.

Luca Campanella e Roberto Lori presentano un primo studio sul contrasto tra la tensione spirituale e un accumulo sensoriale, l’allontanamento da un contatto con il sé genera la perdita di un essenza del vivere e quindi della sua ricerca come condizione specificamente umana.

MNESICA

Un progetto coreografico di Roberto Lori che vede l’interpretazione delle danzatrici Eleonora Chiocchini e Francoise Parlanti, affiancate dalle musiche live di Daniele Di Bonaventura, compositore, arrangiatore, pianista, bandoneonista .

Mnesica, parola che concerne la memoria, è il titolo scelto da Roberto Lori per la sua performance che nasce in stretta relazione con il famoso ed eclettico Daniele Di Bonaventura.

Partendo da questa definizione, il coreografo attraverso la musica del bandoneon di Bonaventura, si immerge nella malinconia di suoni antichi per aprirsi ad un linguaggio unico e originale, con l’intento di dar vita ad un incontro tra la memoria delle origini e la forza creativa del rinnovamento. Il bandoneon è uno strumento del tango e della musica sacra allo stesso tempo, evoca passionalità e emotività, un cristallino equilibrio fra malinconia e riflessione. Daniele di Bonaventura esegue con estrema originalità musiche che riportano alla memoria delle origini. Gli arrangiamenti prendono la forza dal passato ma evocano mondi non ancora esplorati. E così la musica e il movimento avvolgeranno lo spettatore in un abbraccio di sonorità e gesti nati dall’ascolto reciproco e dalla collaborazione tra tutti gli artisti coinvolti.

IL CALENDARIO

MEMORIES_an archive of gestures (primo studio)

23 ottobre 2020 ore 21.00

Castello dell’Acciaiolo, Via Pantin 63, Scandicci (FI)

Ingresso € 5,00 – prenotazione obbligatoria

25 ottobre 2020 ore 12.00

Parco Mediceo di Pratolino/Villa Demidoff, Via Fiorentina 276, Vaglia (FI)

Ingresso gratuito (evento all’aperto)

CADREGA

24 ottobre ore 19.00 – Villa Caruso, Lastra a Signa

Ingresso € 5,00 – prenotazione obbligatoria

MNESICA

29 ottobre ore 21.00 – Sala Vanni, Piazza del Carmine 14, Firenze

Ingresso € 10,00/8,00 – prenotazione obbligatoria

INFO E PRENOTAZIONIcompagniasimonabucci@gmail.com – 340.1369666 – whatsapp 3286452779

www.compagniasimonabucci.it

www.fabbricaeuropa.net

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »