energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Decreti sicurezza, SPC: “Basta criminalizzare chi salva vite umane” Breaking news, Politica

Firenze – SPC (Sinistra Progetto Comune) deposita una risoluzione per “l’abrogazione dei decreti sicurezza”. I consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi spiegano che si tratta di “dare l’opportunità di un primo passo concreto”, al di là delle prese di posizione e delle dichiarazioni, ” al consiglio comunale di Firenze”.

“Anche alla luce del dibattito che abbiamo sollecitato in Consiglio Comunale, in merito alle tematiche dell’accoglienza e dell’immigrazione, abbiamo deciso di depositare oggi una risoluzione “per l’abrogazione dei decreti sicurezza”. Lo facciamo – spiegano i consiglieri di SPC  – nel giorno in cui arrivano a Firenze Stefano Caselli (coordinatore sanitario della nave Mediterranea) e Francesca Zanoni (avvocata a bordo della nave Mare Jonio come guest coordinator), ospiti questo pomeriggio alla festa di Firenze Città Aperta alla Casa del Popolo di Settignano”.

L’occhio va naturalmente al nuovo governo, che, pur “avendo suscitato grandi speranze nel Paese”, dicono Palagi e Bundu, tuttavia non sembrerebbe plausibile di grossa discontinuità con la linea “salviniana”. Il perché della sfiducia lo spiegano subito i consiglieri: “Il Partito Democratico ha inaugurato con Minniti un’impostazione, inaspritasi poi con Salvini, ma già delineatasi con il centrosinistra al Governo. Il Movimento 5 Stelle ha invece direttamente votato le leggi volute dalla Lega. Per questo è bene chiedere subito a tutti i livelli politici ed istituzionali un impegno diretto a far sì che il tema dell’immigrazione non sia più il capro espiatorio del malessere sociale dovuto alla crisi economica”.

Insomma, la tappa importante, secondo Bundu e Palagi, è una gestione “diversa” dell’accoglienza, capace di evitare il ripetersi di situazioni “come quella della Mare Jonio (fra le altre), dove chi si occupa di salvare vite umane viene criminalizzato e messo a rischio”. Dunque, concludono gli esponenti di SPC, “dal momento che anche rappresentanti della giunta avevano espresso la loro contrarietà ai decreti sicurezza, non facciamo altro che offrire l’occasione di dare mostra di coerenza”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »