energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Defueling Concordia agli ultimi metri cubi, sospensione per maltempo Cronaca

A causa di un peggioramento delle condizioni meteo marine sono state temporaneamente sospese le operazioni di defuleing del carburante dal relitto della Costa Concordia, naufragata il 13 gennaio all'Isola del Giglio e semmisommersa sul fondo  di punta gabbianara di fronte a Giglio Porto. I tecnici della Smit Salvage e della Neri hanno infatti, informa una nota della struttura commissariale per l'emergenza del Giglio, riportato il pontone Meloria all'interno del porto. Ieri sono stati estratti dai serbatoi della sala macchine di 49 metri cubi di idrocarburi dei circa 300 che ne restavano.
A causa dell'elevato moto ondoso i sub non hanno potuto effettuare le quotidiane immersioni per il monitoraggio dei marker che registrano i movimenti dello scafo, nè hanno potuto proseguire le immersioni del Rov, il "Remote operator vehicle" in dotazione ai tecnici di Costa Crociere, per cui il monitoraggio dei fondali dell'area circostante la zona dell'impatto e la mappatura Gps dei detriti sono stati temporaneamente sospesi''. Non ci sono ''anomalie da segnalare né nei movimenti della Costa Concordia monitorati dagli esperti del dipartimento di Scienze della terra dell'Universita' di Firenze – conclude la nota -, nè nei rilevamenti ambientali assicurati da Ispra e Arpat''.

16 marzo Mancano ormai 300 metri cubi di carburante alla fine del defueling della Costa Concordia
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »