energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Des jardins et des bateaux, in mostra le ‘piccole composizioni’ di Pietro De Marco Firenze

Composizioni, costruzioni, sculture: sono gli oggetti d’arte scaturiti dalla ricerca di Pietro De Marco, già docente universitario, saggista, studioso, ma anche insospettato artista che ha dedicato momenti della sua vita – interstizi, come li definisce – alla ricerca di materiali, forme, colori che restituissero, insieme, più della somma delle singole parti.

De Marco bateauxLe piccole composizioni, in mostra a Firenze alla galleria Immaginaria Arti Visive in via Guelfa 22a/r fino al 15 marzo, sono ‘giardini’ e ‘battelli’ creati con materiali di scarto, ritagli di legno, imballaggi, congegni rotti, residui in plastica o polistirolo: nell’assemblaggio, gli scarti sono riscattati a godimento estetico e rinascono a nuova vita, divengono oggetti che vibrano in movimento, che raccontano una storia su di sé, sulle emozioni di chi li osserva e sullo sguardo di chi li ha creati.

E proprio lo sguardo diventa il primo passo del fare creativo: quello sguardo d’artista che vede in materiali e prodotti della ripetibilità tecnico-industriale delle forme vive, pensate, capaci di indossare un’anima diversa.

Pietro De Marco“Mi viene da pensare che lo sguardo che presiede alla cernita dei materiali sia simile allo sguardo del povero, certo anche dell’avaro – spiega Pietro De Marco –, che scruta quanto può conservare di quello che altri gettano, recipienti abbandonati, scatolame aperto, vecchi oggetti forse ancora utilizzabili”. L’emozione scaturita dallo “scrutare” i materiali, quindi, e dal dare corpo all’oggetto artistico diviene quindi una estasi creativa che si manifesta in forme, colori e materiali abbinati a smalti colorati.

Profili che passano dalla leggerezza della trasparenza alla concretezza della materia piena, dalla neutralità di colori dettata dai materiali allo sfarzo di cromie smaltate che paiono seguire il capriccio del momento nell’intreccio, nella superfetazione. Dalla ruvidità di alcune superfici alla morbidezza di altre forme.

De Marco jardin

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »