energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Denunciata dottoressa che in malattia continua a visitare nello suo studio Cronaca

Due nuovi episodi di truffa ai danni dello Stato in Toscana. A Siena la Guardia di finanza ha scoperto e denunciato una dottoressa che prestava servizio per la Asl e l’Inail della città del Palio che da 5 mesi era in malattia ma continuava ad esercitare la professione nel suo studio privato. Si tratta di un’oculista che ha fatto leva sul fatto che i certificati di malattia ottenuti dal suo medico comportavano l’esonero dall’obbligo di presenza in casa negli orari previsti dalle visite fiscali. La truffa è stata scoperta dalle fiamme gialle senesi mediante foto ed appostamenti. I finanzieri stanno calcolando l’ammontare del danno erariale causato dalla dottoressa assenteista, che ha obbligato i due enti senesi ad avvalersi delle prestazioni di altri medici. A Pistoia i carabinieri hanno invece denunciato per truffa continuata all’Inps 38 stranieri residenti nel capoluogo e sul territorio provinciale. Per ottenere l'assegno sociale gli stranieri, sia comunitari sia extracomunitari, devono avere più di 65 anni, essere residenti, dimorare stabilmente in Italia e non avere un reddito superiore a 5.400 euro. Dagli accertamenti dei militari, condotti su 205 titolari di pensioni sociali, è emerso che gli stranieri denunciati non potevano avere la pensione in quanto non in possesso dei requisiti necessari.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »