energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Didacta 2021 in modalità telematica, la scuola oltre il Covid Breaking news, Cronaca

Firenze – Nello stand virtuale di Didacta 2021, l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia, ci sarà anche il Comune di Firenze, con l’assessorato all’Educazione dell’assessora Sara Funaro. Didacta 2021 quest’anno a causa della pandemia si svolgerà in modalità telematica.

Nello spazio riservato al Comune di Firenze, i visitatori virtuali possono trovare un testo di presentazione di tutti i servizi offerti della Direzione nel ‘Portale educazione del Comune’: tra cui i progetti educativi ‘Pollicino Verde 2020, ‘Il Tubo parlante’, il ‘Pranzo educativo’, ‘Outdoor education’ (Il Giardino Educativo), ‘Le Chiavi della città’, il Centro risorse educative didattiche (CRED).
Cinque i video disponibili, dedicati alla presentazione di tutti i Servizi della Direzione Istruzione, ai Centri di alfabetizzazione, alla “Firenze dei bambini: Leonardo.06 (Scuole dell’infanzia), all’intervista dell’assessore all’Educazione Sara Funaro ‘Un anno da non dimenticare’ alla Responsabile PO Coordinamento Pedagogico e Professionale Alba Cortecci, ai Centro risorse educative didattiche (CRED Ausilioteca Firenze).

Sarà possibile vedere una gallery fotografica sui vari servizi educativi e sfogliare virtualmente schede informative su centri di alfabetizzazione, Media Educatio 0-6, Centro risorse educative didattiche, Pollicino verde 2020, nidi d’infanzia al museo.
Per quanto riguarda il programma scientifico, invece, saranno realizzati dal Coordinamento pedagogico due seminari domani e venerdì.
Il seminario di domani, mercoledì 17 marzo, dal titolo “So-stare fuori. Educazione attiva all’aperto e stili educativi di accompagnamento” si terrà on line dalle 18.30 alle 20. Modera il pedagogista presidente Cemea Toscana Antonio Di Pietro. Relatrici: Alessandra Zocchi, coordinatrice pedagogica dei Servizi all’infanzia del Comune di Firenze fino al 30 novembre, e Rossella Safina, coordinatrice pedagogica dei Servizi all’infanzia 06 del Comune di Firenze.
Il seminario on line di venerdì, 19 marzo (ore 18.30 – 20), “Pensare divergente: la formazione come opportunità di guardare oltre” sarà moderato da Alba Cortecci, responsabile PO Coordinamento pedagogico e professionale 06 del Comune di Firenze. Interverranno Gabriella Mazzoni, coordinatrice pedagogica dei Servizi all’infanzia 06 del Comune di Firenze, Alice Gabrielli e Simona Vigoni che si occupano dei percorsi formativi 06.

“Credo molto nel binomio tra Firenze e Didacta – ha detto il sindaco Dario Nardella – anche perché lo sforzo mio e della mia amministrazione è posizionare Firenze tra le prime grandi città del mondo capitali della conoscenza e della formazione. Anche la presenza di Indire dimostra che Firenze ospita Istituzioni di livello nazionale e di eccellenza”.

“La pandemia ci ha permesso di comprendere una volta di più il valore dell’educazione – ha continuato il sindaco – e se non vogliamo sprecare la crisi, dalla quale abbiamo imparato molto, dobbiamo sfruttarla come straordinaria opportunità per innovare il campo della scuola e della formazione. E Didacta può essere la chiave di lettura di come questa emergenza pandemica diventi l’elemento scatenante di una sfida dell’innovazione. La didattica digitale è diventata uno strumento imprescindibile, ma porta con sé tanti quesiti e incertezze, che vanno chiariti. La scuola è il cuore del nostro Paese e della nostra società e la chiusura delle scuole, anche in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, deve essere l’extrema ratio”. “Didacta deve guardare oltre l’emergenza Covid – ha concluso Nardella – e mi auguro che getti le basi per un nuovo pianeta scuola. La consapevolezza del mondo dell’educazione e della formazione come motore di un modello di sviluppo sostenibile del Paese deve diventare una certezza granitica. Usciti dall’emergenza non si torni di nuovo a trattare la scuola come una delle tante questioni, ma si mantenga al centro dell’attenzione e dello sforzo del nostro Paese. Didacta è il laboratorio più entusiasmante, innovativo e concreto di trasformazione e innovazione del mondo della scuola”.

“Con la pandemia la scuola è stata al centro della discussione politica – ha detto l’assessore all’Educazione Sara Funaro – è stata colpita duramente e i nostri studenti e insegnanti ne hanno sentito il peso e sofferto la ferita. Durante il lockdown si è parlato di didattica a distanza e digitale integrata come di qualcosa di ‘penalizzante’, perché durante l’emergenza Covid così è stato, ma dobbiamo fare un passo in avanti e cogliere questa occasione per rilanciare e utilizzare gli strumenti digitali in maniera costruttiva e sempre più interattiva per fare in modo che diano valore ai mondi della scuola e della formazione. Sono felice che in questa edizione di Didacta ci sia una sezione dedicata ai bambini da 0 a 6 anni”.

“Utilizziamo il periodo della pandemia per valorizzare la scuola – ha continuato Funaro -, che ha grandi opportunità di evoluzione. Non buttiamoci alle spalle la crisi generata dal Covid, ma sfruttiamola per costruire una scuola in cui il futuro sia oggi e in cui l’innovazione sia sempre al centro”.

Foto: da Didacta 2018, incontro sul digitale

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »