energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Diocesi Pistoia: contro Celentano sostieni il Manifesto Cronaca

La diocesi di Pistoia  come responsabile dell’ufficio comunicazioni sociali e addetto stampa del vescovo ha un giornalista professionista, Mauro Banchini, che conosce bene questa professione, quanto il suo “mito” Celentano conosce le meccaniche dello spettacolo e della comunicazione televisiva. Banchini a tempo pieno è uno dei giornalisti dell’ufficio stampa della giunta della Regione Toscana, e che quindi sa fare bene il “suo” mestiere. Non deve quindi sbalordire il provocatorio “invito” apparso sul sito on line della diocesi di Pistoia ad abbonarsi al Manifesto per contribuire a salvare la testata dal fallimento. È la “risposta” – si spiega – alle parole di Adriano Celentano a Sanremo, contro Avvenire e Famiglia Cristiana, di cui il cantante ha auspicato la chiusura. “Stanno facendo molto discutere – scrive Banchini sul sito – le parole usate durante il Festival di Sanremo da Adriano Celentano contro la stampa cattolica che, a giudizio del cantante, dovrebbe essere (chissà come, chissà da chi, chissà perché) addirittura ‘chiusa’. Credo che il credente Adriano (uno che bene conosce i meccanismi, spesso impazziti, di una comunicazione che ha l'obbligo di essere sempre più urlata per farsi ascoltare) lo abbia fatto apposta, in modo da provocare – a tutto vantaggio degli introiti pubblicitari – la reazione che in effetti adesso c'è (altrimenti che mai avrebbe parlato di Sanremo e del Festival 2012?). Non ci sarebbe da meravigliarsi. Vera o no l'invettiva, falsa o meno la gaffe, resta singolare – in ogni caso – l'idea di ‘chiudere’ testate giornalistiche (qualunque esse siano) in un periodo nel quale qualche testata, in effetti, la chiusura la rischia davvero: compresi molti fra i settimanali cattolici, strangolati anche dall'attuale sistema della ripartizione nei fatturati pubblicitari (che, oltretutto consente ai big di beccarsi ‘cachet’ altisonanti, salvo poi il ‘bel gesto’ della beneficienza a quei poveracci di poveri). Come microscopica risposta all'invettiva del grande Adriano – conclude Banchini – mi pare giusto dare ospitalità – sul sito web di una diocesi – all'appello contro la chiusura de Il Manifesto”.  Chissà chi vincerà, come audience multimediale-giornalistica, nello “scontro” Banchini-Celentano.  Intanto i Vescovi Italiani vogliono dalla Rai scuse ufficiali

Print Friendly, PDF & Email

Translate »