energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Dipendenti comunali e lettere di mora, venerdì potrebbe esserci la svolta Cronaca

Firenze – Il 4 settembre si avvicina e per molti la trepidazione sale. I “molti” sono i dipendenti comunali, molti ex-dipendenti e anche i tantissimi lavoratori precari ddell’ente.

Perché? E’ presto detto, forse, il 4 settembre prossimo, vale a dire venerdì, sarà definita, con l’udienza in programma presso la Sezione Lavoro del Tribunale di Firenze, la questione, ormai annosa, che riguarda la costituzione dei fondi per il salario accessorio degli anni passati e il recupero delle somme dei lavoratori, che hanno comportato, come spiega l’Usb, “un taglio indiscriminato delle retribuzioni. Insomm,a si parla delle famose letter di messa in mora che il Comune di Firenze ha inviato ai propri dipendenti e che sono ancora pendenti, ancorché sospese.

 La causa, che è stata promossa da USB, CGIL,UIL e Cobas, potrebbe dunque essere arrivata a una svolta; una svolta che, soprattutto tenendo conto della sentenza del 14 Luglio 2015 della Cassazione a Sezioni Riunite, positiva per i dipendenti comunali, il sindacato spera sia sullo stesso tenore.

“Siamo comunque convinti – conclude la nota dell’Usb – che la sola via giudiziaria non basta”. Dunque, rilancio della mobilitazione dalla prossima settimana, “per rivendicare l’immediato pagamento dell’incentivo di produttività del 2014, pagamento bloccato dalla mancata firma dei Revisori, i quali però non hanno trovato alcun impedimento nel licenziare il pagamento dell’indennità di risultato dei dirigenti”. 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »