energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Dipendenti comunali, primi passi verso lo stato di agitazione Cronaca

Firenze – E’ avvenuto ieri sera e non ha dato frutti. Anzi, quei pochi che sono maturati sembrano del tutto avvelenati. Si sta parlando dell’incontro avvenuto ieri sera fra l’Rsu comunale che rappresenta i lavoratori di Palazzo Vecchio e la delegazione trattante del Comune. Al di là della firma di accordi già presi da tempo, la discussione si è infatti incentrata sul premio incentivante e sui progetti speciali. Su questo l’amministrazione ha mostrato una chiusura totale, racconta l’Rsu, che spiega: “Anche questa volta il premio incentivante per i lavoratori rimarrà in sospeso, anzi, c’è la chiara volontà di non pagarlo”. Così come, sempre trincerandosi dietro al parere del collegio dei revisori, rimarranno lettera morta anche i progetti speciali. “O la delegazione trattante ha un ruolo vero – continua l’Rsu – e si presenta come soggetto trattante sul serio, con possibilità d’azione, oppure ci siederemo al tavolo direttamente con il collegio dei sindaci revisori”.

Infine, ultima pesante constatazione, “L’amministrazione non ha ancora ritirato gli atti delle lettere di messa in mora, così come ordinato dal giudice del lavoro”.

A questo punto la riunione si è interrotta e l‘Rsu, con decisione unitaria e compatta, ha determinato di passare alle vie di fatto: è stato promosso il tentativo obbligatorio di conciliazione presso la Prefettura, per far partire lo stato di agitazione. La situazione è estremamente grave, dice l’Rsu, anche perché “i soldi a chi vogliono li danno: la dirigenza ha riscosso il premio incentivante 2012 (che i lavoratori non hanno riscosso), riscuoterà quello del 2013 (che son tanti soldi), mentre per noi non c’è mai niente”.

Muro contro muro, dunque? Parrebbe di sì, anche se da Palazzo Vecchio giungono voci di disaccordi interni. Fra i lavoratori? No, fra la delegazione trattante del Comune. Vale a dire, forse il “muro” dell’amministrazione non è così compatto circa l’atteggiamento da tenere con i lavoratori, quanto si potrebbe pensare a prima vista.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »