energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Disabilità gravissima, ci sono i contributi economici Cronaca, Società

Firenze – Da oggi si può presentare la domanda per i contributi economici a favore di persone in condizione di disabilità gravissima, finalizzati alla loro permanenza a domicilio: ieri mattina la giunta esecutiva della Società della salute di Firenze presieduta dall’assessore al Welfare Sara Funaro ha approvato l’avviso per la concessione degli aiuti.
Il modulo per la domanda e ulteriori informazioni sui contributi sono reperibili presso i Punti Insieme fiorentini oppure sul sito web della Società della salute di Firenze (http://www.sds.firenze.it/), dove si possono scaricare anche l’avviso pubblico e il vademecum per la presentazione delle domande.

I contributi nello specifico sono risorse che arrivano dal Fondo nazionale per le non autosufficienze per le gravissime disabilità e so no assegnate alla Società della salute dalla Regione Toscana.
“Questi contributi sono una misura molto importante che dà una boccata di ossigeno alle persone affette da disabilità gravissima – hanno detto l’assessore Sara Funaro e il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi – che hanno bisogno non solo di aiuti assistenziali ma anche economici per affrontare la loro situazione. L’erogazione di questi contributi è una misura nuova resa possibile grazie all’impegno della Regione Toscana, che ha messo a disposizione dei disabili gravissimi alcune risorse del Fondo nazionale per le non autosufficienze”. “Come Comune e Società della salute ci adopereremo affinché sia sempre maggiore il numero delle persone disabili gravi che beneficiano di questi aiuti – hanno spiegato Funaro e Pierguidi -. Il tema della disabilità e dell’aiuto alle persone in difficoltà e alle loro famiglie è una delle nostre priorità e su questo fronte siamo impegnati con la Direzione dei Servizi sociali per offrire servizi sempre più rispondenti alle persone affette da disabilità”. “Il 16 e 17 settembre prossimi ospiteremo alla Fortezza da Basso la V Conferenza nazionale sulle politiche della disabilità – ha concluso l’assessore -. Questo evento organizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali in collaborazione con il Comune e la Regione sarà un’ulteriore occasione di confronto e scambio di buone prassi sulla disabilità, sulla quale siamo già fortemente impegnati nel tentativo di aiutare chi soffre e i familiari che devono prendersi cura del proprio caro nell’intimità della propria abitazione”.

Per le situazioni di media intensità assistenziale l’importo mensile dei contributi economici mensili è pari a 700 euro, mentre nei casi di alta intensità assistenziale è pari a 1.000 euro. 
Gli aiuti economici sono destinati alle persone affette da disabilità gravissima di età inferiore a 65 anni (anche minori) oppure, se in stato vegetativo o di minima coscienza, di qualsiasi età purché in possesso di attestazione di handicap in condizione di gravità (ai sensi dell’art 3, comma 3, della legge n. 104/92); residenti in Toscana in modo continuativo almeno dal 1° gennaio 2015 e con un valore ISEE non superiore a euro 60.000.
Per la definizione di disabilità gravissima si richiama quanto specificato nella delibera regionale intendendosi per tale condizione “quella delle persone in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continuativa e monitoraggio di carattere sociosanitario nelle 24 ore, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psico-fisiche, con la compromissione delle funzioni respiratorie, nutrizionali, dello stato di coscienza, privi di autonomia motoria e/o comunque bisognosi di assistenza vigile da parte di terza persona per garantirne l’integrità psico-fisica”. I contributi economici sono autorizzati a seguito di valutazione effettuata da parte dell’Unità di valutazione multidimensionale, nonché sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle domande e della disponibilità delle risorse.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »